fotn anche se piu che notte parliamo di

Buonasera ragazze… sono giorni di fuoco, per il mio cervellino biondo, dunque il look di stasera m’è venuto un po’ sull’incendiario, nei toni del rosso, dell’arancione e dell’oro.

Metto due foto del viso completo perchè non potevo esimermi dal pubblicare anche la verità della mia natura grungettina che fuoriesce dopo le 18 delle giornate faticose (ma anche molto prima, se stimolata musicalmente) eheh… nella seconda fingo di essere felicissima, ma in realtà sono a pezzi XD scherzo, via… purtroppo quando sono stanca divento più scema del solito :’D sigh.

Uhm Uhm (si schiarisce la voce e cerca di schiarire così facendo anche le idee, che rimangono invece confuse) ecco cosa ho usato:

OCCHI:
-Elf eyelid primer
-Kiko eyeshadow n°01, 79 e 30 nella piega
-con il 79 ho fatto anche un eyeliner con la nebbia fissante
-come illuminante ho usato lo 01 di Essence “Chill out”
-il pigmento Istant Pearl di Madina numero 06 al centro della palpebra mobile bagnato
-come mascara ho usato il False Lash effect di Maxfactor (quello arancione) (piccola nota: buonissimo, ma preferisco il Colossal che rimane il mascara migliore che io abbia mai provato)
-dentro l’occhio il mineral khol di Kiko nel numero 04 (mineral de che?? però non mi fa allergia per niente quindi lo amo già moltissimo)

LABBRA:
dopo aver messo il mio balsamo labbra ho applicato il numero L304 di Ellis Faas, l’arancione molto luminoso

VISO:
-come fondotinta il Revlon Colorstay
-come correttore una combo di correttori dalla mia palettina + il Touche eclat di Ysl
-Elf countouring blush & bronzing powder (entrambi)
-cipria: hollywood di Neve makeup
-illuminante quello di Madina della linea revolution

Per fissare il tutto ho spruzzato come sempre un po’ di Nebbia fissante di Neve Makeup.

Il risultato finale (mentre, stanchissima, mi addormento invece di uscire deheheh)

Buona serata e buon appetito, ragazze/i!

Collaborazione crossing opinions

Ciao ragazze!
In questi giorni mi sto concentrando sullo studio, ma cerco comunque di essere presente sia sui vostri blog che sul mio e ho una novità: una collaborazione con una simpaticissima e bravissima makeup artist romana, Marina in arte Mary ^^

m/”>Trovate qui il suo blog, pieno di recensioni e di racconti dei suoi studi prima e dei suoi lavori poi =) Si è appena trasferita dal vecchio blog, ma ha portato con sè tutti i suoi vecchi post.

Oltre agli UP&DOWN del mese soliti miei avremo anche un prodotto al mese recensito da entrambe separatamente in modo da darvi l’opportunità di leggere praticamente in contemporanea due diverse opinioni in merito a un prodotto che potrete scegliere voi commentando la recensione del vecchio “prodotto del mese” proponendone uno a scelta vostra o fra alcuni proposti da noi.

Per questa prima “puntata”, quella che uscirà a fine settembre, abbiamo pensato di farvi una bella recensione d’uso dei nuovissimi ombretti ad alta pigmentazione di Kiko comprensiva di un confronto con i “vecchi” ombretti.

La collaborazione prevede anche, ogni tanto, dei giveaway con prodotti ovviamente che ci siano piaciuti =)
Se la cosa vi sembra carina semplicemente seguiteci ^^ e se non siete ancora iscritte a questo blog iscrivetevi! Mancano solo 8 persone al mio giveaway per le 100 iscrizioni!

Grazie a tutte le ragazze e a tutti i ragazzi che seguono questo blog, se avete consigli per migliorarlo o richieste vi prego di cogliere l’occasione di questo post per “vuotare il sacco”… comunque come sempre se volete scrivermi per qualsiasi motivo il mio indirizzo mail è des [at] trucchisvelati.it

Un bacione!

Come farsi una palettina di rossetti

Come farsi una palettina di rossetti ^^

Oggi voglio condividere con voi un metodo simpatico per tenere ordinati i rossetti per colore o per marca o come vorrete ^^

Ecco cosa vi serve:

  • dei rossetti scuri (che dovresti comunque applicare con un pennellino) o di colori particolari che non usate tutti i giorni (se non siete pigre come me potete fondere anche rossetti che usate tutti i giorni, l’importante è che poi li usiate lo stesso anche se l’applicazione è un pochino più laboriosa eheh) o quasi finiti (in quel caso dovrete comunque fonderli a breve se non volete sprecarne un sacco… avete mai notato la quantità di prodotto che rimane sotto al “livello 0” di un rossetto?? Su 3 ml lì ce ne saranno 0,5! Vade retro sprechi!)
  • delle palettine (io ho acquistato dei porta pillole di Royal Beauty: una da 6 e una da 4 vengono vendute insieme a nemmeno 4 euro! Ma potete usare qualunque contenitore dove gli spazi siano piccoli e ben definiti…ad esempio dei porta minuterie!)

  • un cucchiaio grande deputato unicamente a questo ruolo (ci servirà per fondere i rossetti, non lo userei per mangiare fossi in voi)
  • un coltello appuntito (tenere fuori dalla portata dei bambini!!) (anche questo va tenuto da usare in questi casi, o lavato estremamente bene!)
  • un foglio e dello scotch o delle etichettine insomma qualcosa su cui scrivere marca e numero da appiccicare dietro o sul coperchio per distinguere i vari rossetti.

Ed ecco cosa faremo:

  • Ora prendiamo il primo rossetto, appoggiamo il cucchiaio su un tavolo o il piano della cucina, con coltello tiriamo fuori di punta tutto il rossetto dalla sua base, facendo attenzione ad andare bene fino in fondo e recuperare tutto il prodotto.

  • Una volta che tutto il nostro rossetto è dentro il cucchiaio accendiamo il fuoco più piccolo del nostro piano di cottura al minimo.
  • Teniamo sul fuoco a una distanza di circa dieci centimentri dalle fiamme il nostro cucchiaio, in modo che il rossetto si fonda senza bruciare.

  • A questo punto, con molta cautela, versiamo il contenuto ormai liquido in uno spazio della nostra palettina, versando lentamente per non fare disastri.
  • Ora lasciamo che il nostro rossetto si raffreddi e solidifichi, nel frattempo ci segnamo marca e numero su un’etichetta o, se viene via, leviamo l’adesivo tondo sotto il rossetto contenente le informazioni che vogliamo avere sempre a disposizione.
  • Una volta solidificato il rossetto lo giriamo e attacchiamo esattamente sotto di lui la nostra etichettina, che possiamo eventualemente mettere anche sotto il coperchio in sua corrispondenza.

Questo processo, oltre a permetterci una gestione migliore dei nostri spazi/cassettini etc, e un ordine eccellente, è anche un buon metodo per riconoscere lo stato di salute dei nostri rossetti pi vecchi…presente lo stick rinvenuto nel bagno di mamma che lei non usa più e che però è di uno splendido colore? Fondendolo sarà chiaro se è scaduto o ancora utilizzabile, perchè se a volte l’odore dei rossetti è troppo forte per capirne lo stato le bollicine in fusione non mentono mai: se messo alla giusta distanza dal fuoco il rossetto fondendo non fa mai bollicine, a meno che non stia scadendo o sia scaduto!
Se poi le bollicine rimangono anche nel prodotto solidificato è ovvio che “IL FU” un rossetto ed oggi, purtroppo, non è più utilizzabile.

Ecco qui il lavoro finito:

Ovviamente questa non è un’idea mia, la trovai su internet da qualche parte un paio di annetti fa, ma siccome non ricordo dove mi riservo di inserire link eventuali dovessi trovare la fonte ^^

Spero che anche questo post vi possa essere utile in qualche modo, pigre o non pigre, e vi mando un bacione! Buon divertimento!

Des

Eyeko nail polish review

Ottimi smalti, colori particolari e applicazione facilitata a prova di paciugo

Tempo fa la Eyeko mi ha inviato gratuitamente in prova tre smalti, in modo che io potessi testarne la qualità… ad oggi ne ho testato due su tre e di questi vi parlerò oggi ^^

Questa marca ha come punto forte la gamma di colori proposta: sfido chiunque di voi a non trovarne di particolari e corrispondenti ai suoi gusti =)
Ce ne sono di colori accesi, altri di colori pastello, altri ancora nudi o con glitter, la scelta è vasta, ma senza cadere in colori banali.

Ma vi mostro i risultati a livello fotografico, così che possiate vedere da sole di che bei colori si tratta, vi dico già che se sono ben stesi il merito è solo parzialmente mio, visto che questi smaltini sono autolivellanti, non fanno assolutamente righette, sono iperpigmentati e hanno pennellini lunghi che rendono facile e precisa l’applicazione.

 

…in foto una sola passata di smalto…vedete come sono pigmentati? Magari solo io mi stupisco, ma gli smalti che sono abituata ad usare sono molto meno coprenti, sono abituata a fare due passate praticamente con qualunque colore!

Adoro specialmente il colore particolarissimo del Rain Polish ^^

Io sono una che non sopporta le attese infinite in fatto di asciugatura smalti e di questi non posso lamentarmi nemmeno da quel punto di vista, perchè si asciugano abbastanza in fretta, complice ovviamente il fatto stesso di fare una sola passata.

La durata:

…in giorni per quanto riguarda ciò che ho testato io è decisamente buona, si faranno sicuramente una settimana con un buon top coat sopra (è una buona abitudine metterlo sempre su qualunque smalto) e continuo ad averli sulle unghie anche oggi che sono passati 5 giorni e non hanno fatto un piego (i miei amici mi prendono in giro perchè ho una mano azzurro-grigia e una rosa antico ^^).

Gli smalti di cui sto parlando, nel dettaglio, sono il Rain polish e il Tea Rose Polish:

Trovo che anche il packaging sia decisamente piacevole, non piace anche a voi?
Semplice&Carino, direbbe una mia amica (questa la capiremo in due :D)

La Texture:

Alcune sicuramente troveranno che questi smalti risultino un po’ liquidi, ma per quanto mi riguarda penso che la consistenza vada bene così: è proprio il loro essere così a rendere la stesura facile, io impazzisco quando uno smalto ha la texture “gommosa”, troppo densa… quindi anche la loro texture per me rende questi smalti più piacevoli da indossare.

Dove acquistare e a che prezzo:

Questi smalti vengono 3,50 sterline per 8,5 ml, prezzo comprensivo della spedizione dal sito www.eyeko.com, dove vi consiglio quantomeno di fare un giretto…anche la grafica è accattivante =) inoltre sugli smalti esistono i pacchetti da 5 al prezzo di 4 (14 sterline la spesa totale).

Se volete potete usare il mio codice ambasciatore, molte di voi già sapranno come funziona, in pratica dovete inserire il codice nello spazio apposito quando effettuate il vostro ordine e riceverete un regalino per ogni spesa minima mi pare di 10 euro una cosa così… comunque infilerò questo link con il codice qui a destra, in modo che non dobbiate ricercare questo articolo se volete usarlo. =)

Concludendo:

Ho amato questi smalti subito dopo averli stesi: non raccontiamoci storie, se uno smalto si stende bene e ha un bel colore per me manca solo la durata a renderlo perfetto e al momento stanno passando anche quel test, quindi io ve li consiglio spassionatamente… per i cosmetici non ho ancora provato nulla di questa marca, vi saprò dire ^^ sto testando in questi giorni il loro eyeliner nel colore blu/navy.
Prossimamente vi farò sapere anche cosa penso dello smalto Vampiria Polish, che però non ho ancora provato!

Spero di esservi stata utile, se volete gli swatch anche su un foglio o un pezzetto di scotch perchè magari vi sembra che siano più chiari come metodi come sempre non fatevi problemi a chiederlo!

Un bacio!
Des

10 tonalita di rossetti smart lipstick

10 tonalità di rossetti smart lipstick di Kiko swatches e reviews

Il prezzo di un rossetto “normale” ovvero diciamo una media fra i vari Chanel, Dior, Lancome e i vari Deborah, Pupa, Collistar, si aggira intorno ai 15/16 euro, ma la peculiarità di questa linea “basica” di Kiko è proprio il prezzo: 2,50 euro ribassati, in questo periodo, a 2 euro l’uno.

Certo: non sono rossetti di qualità pari a Mac, ma offrono un bel range di colori anche molto particolari e la texture è “gestibile”.

La Texture

Con il termine “gestibile” intendo descrivere un tipo di rossetto molto diffuso, ovvero quel genere di stick che non idrata moltissimo e non è eccessivamente coprente, in modo che l’effetto dato sia modulabile sul versante colore e correggibile facilmente su quello dell’idratazione… ovviamente in questi casi io consiglio sempre un balsamo labbra verde o ecobio semplicemente perchè se devo correggere un difetto di idratazione non vado a farlo con un altro prodotto poco idratante magari pieno di siliconi o paraffine.
Inoltre moltissimi di questi rossetti, quasi tutti, sono molto luminosi e shimmer.

I colori

Questa linea in totale offre 30 tonalità diverse, io in questo post ve ne mostrerò 10
(cliccate sulle foto per ingrandirle)

Ecco qui i colori che ho swatchati per voi:

Due dei miei 10 colori sono stati infilati nelle mie palettine che vedete qui sopra a lato, una volta vi scriverò un post in merito, ovviamente solo se vi interessa eh 😉

Cinque dei dieci colori che ho sono sui toni del marrone-bronzo (14,29,31,62,66) , tre sul rosa-viola (32,37,59), uno è un rosa pallidissimo che in realtà sulle labbra risulta una sorta di bianco shimmerissimo (n°58) e uno è un arancio-corallo (numero 79)

Consigli per l’applicazione:

Essendo mediamente coprenti questi colori possono essere mixati fra loro… ok, non sono tinte per labbra o pigmenti o simili, ma per il loro prezzo sono dei prodotti più che buoni!

Ovviamente per avere una maggiore coprenza non c’è solo la possibilità di dare più passate, è ideale anche delineare le labbra con una matita labbra di colore simile a quello del rossetto e riempirle prima di passarci sopra il rossetto.

è ideale usare un pennellino labbra per i colori più scuri, in modo da essere più precise, ma questo vale per l’applicazione di ogni tipo di rossetto scuro.

Ecco alcuni scatti con i rossetti indossati, Simona il n° 37 penso sia proprio quello che ti interessava ^^:

I numeri 58 e 59 sono effettivamente colori estremamente particolari ^^

(le foto con il numero sulla destra sono state aggiunte su richiesta di Alice, ora quelli che vedete sono tutti i colori che ho)

Dove si acquistano:

Questi prodotti sono acquistabili presso i negozi monomarca e su internet al sito www.kikocosmetics.com, dove le spese di spedizione ammontano a circa 6 euro, ma consiglio di pagare in contrassegno perchè l’azienda si affida per la spedizione al corriere Sda, che purtroppo non sempre è professionale ed affidabile…

Nel complesso…

Le mie conclusioni:

Questi rossetti sono molto carini, il voto che assegno è di 4 stelline date soprattutto per l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Il mio colore preferito in assoluto è il numero 79, uno splendido colore arancio-corallo estremamente luminoso, ma in generale non c’è un colore che non mi piaccia e che non userò in qualche modo.

Spero come sempre che la review vi sia stata utile, ragazze!

In arrivo nei prossimi giorni

Review di smalti e eyeliner eyeko e rossetti Ellis Faas… lo avete visto nel trucco pinup ^^)

Un bacione, ragazze, alla prossima!

Des

L’ordine kiko è arrivato in 5gg

L’ordine Kiko è arrivato (in 5gg lavorativi/7gg CON CORRIERE)

…Prima di mostrarvi stile houl cosa ho preso farei notare che l’assistenza di Kiko deve ancora rispondermi ora, ma soprattutto che il corriere Sda, dopo aver suonato al citofono che c’è fuori dal portone, ha salito le scale gridando il mio cognome e quando gli ho detto “presente, non urli!” incontrandolo a metà scala (abito al 1° piano) mi ha detto “ma allora il campanello è su!”
e io “ma scusi: non l’ha appena suonato?” -.-‘

[Il Q.I. di una mosca dopo ore di testate ai vetri proprio >.< Si scherza, chiaramente, a meno che lui non sia lo stesso che mi ha preso per il didietro scrivendo sul loro sito internet di essere passato 3 volte e di non aver trovato nessuno quando io ero in casa, nel qual caso volendo potrei scrivere similitudini anche peggiori.] Chiudendo il siparietto torniamo alla nostra howl di prodotti Kiko: in tutto ho speso 46 euro circa con la spedizione e con uno sconto coupon del 20% ("e semmu de zenaa e semmu da fuçee...") pari a circa 11 euro compreso... come prezzi a Kiko non c'è proprio nulla da rimproverare, tutto sommato sinceramente non mi sento di rimproverare nemmeno il prezzo dei nuovi ombrettini a lunga durata, che siano più resistenti degli altri o meno, perchè comunque al dettagli vengono 4,90 l'uno e sono la fiera del pigmento: scriventissimi, per nulla farinosi, una gamma di colori pazzesca... Per rimanere sugli ombretti ho preso un duo fenicottero/mandorla (rosa chiaro e oro) carinissimo, in sconto a 4,90, un nuovo ombretto per provare la differenza con i vecchi (e perchè questo colore mi attirava un sacco) numero 174 Grigio Tortora Satinato a 4,90, e un paio di "vecchi" eyeshadow a 2 euro (numero 09 uno splendido giallo e il numero 56 iridescente rosa). Sempre ombretti, ma in stick, Long Lasting Stick Eyeshadow il numero 12 a 4,90 in sconto e il numero 20 (nero) a 6,90. Ultimo ombretto il Sun Mousse Eyeshadow nello 05 Sea Green a 3 euro e 40. Ecco qualche foto:


Poi ho fatto una mega scorta di rossetti anche su colori rosa e violetto (!!!)

E sono da sinistra:

58 rosa pallido
59 lilla rosato chiaro
37 lilla rosato
92 beige naturale freddo (che io trovo color rosa antico-rosa nude)
14 rosa antico medio (che secondo me è un marrone molto caldo, un po’ aranciato)

-prossimamente un post recensivo di tutti i rossetti kiko smartlipstick che ho con swatch così che possiate vedere meglio i colori-

Le ultime cose ordinate fanno parte della nuova collezione Siberian Flowers e sono il Cream Infusion Stylo nella colorazione 02 Nude (quantità? misera di prodotto: sono 2ml, mentre i normali lipstick ne contengono 3) pagato 7,50 euro (altra nota dolente, ma poi vi farò una review d’uso quando lo avrò provato un po’ meglio, comunque è il gusto/profumo: sembra di indossare sulle labbra un eau de toilette…per me si tratta di un odore troppo intenso) e due mineral khol uno nero e uno rosa-bianco, entrambi per l’interno dell’occhio (5,90 l’uno).

Come vedete si tratta di un bel po’ di prodotti, se vi interessa la recensione di qualcosa in particolare chiedete tranquillamente, rimango stupita dell’assistenza di Kiko che ancora non risponde nonostante la mia mail fosse quaasi minatoria 😀 (no, beh, però ero molto arrabbiata e sono ancora convinta che se non cambieranno corriere pagherò in contrassegno o eviterò di ordinare altri prodotti direttamente… il mondo della cosmesi e del makeup è talmente vasto che penso a questo punto sia un requisito fondamentale avere un servizio clienti efficiente e corrieri affidabili).

Penso che tornerò sui quaderni e libri, va…
Un bacione, ragazze!!

Des

Lipgloss ck calvin klein questione ck

Appiccicosissimi, ma duraturi + La questione Ck beauty-Markwins: perchè i prodotti Ck sono scontati?

Come chi mi segue saprà già, ahimè, a memoria, perchè tendo a ripetermi come una vecchia zia, non sono una grande amante dei lipgloss in generale… però, non so bene perchè, alla fine mi ritrovo con un cassettino pieno perfino di quelli… uno per il colore, l’altro per la tenuta, un altro ancora per il profumo di dolcetto… insomma alla fin fine non sarò una gran fan dei lipgloss, ma inizio ad avere anch’io le idee ben chiare su cosa mi piaccia e cosa no, in questa categoria di cosmetici e quello che mi piace in genere è non molto pigmentato, abbastanza appiccicoso e dunque almeno un po’ duraturo e possibilmente molto luminoso 😉

Esattamente quello che Ck ha realizzato con questi lipgloss che non piaceranno affatto a tutte le amanti delle labbra effetto bagnato non appiccicoso!

Il brand

(Si prega il lettore di mantenere attivo il suo proprio giudizio: non posso garantire che tutto ciò che ho riportato sia esattamente specchio della situazione, si tratta semplicemente di un riassunto rielaborato personalmente da me di tutte le notizie reperibili in rete sull’argomento.)

La linea makeup by Calvin Klein risulta scontatissima ormai da parecchio tempo, chi ama lo shopping makeupposo lo sa bene, in moltissime profumerie… molte di noi si sono domandate per quale motivo e il risultato delle mie ricerche sulla rete purtroppo non portano a nulla di “ufficiale”, anche se qualche spiegazione interessante c’è e il mosaico inizia a formarsi…

Sulla rete ho trovato chi parlava di ritiro dal mercato per ingredienti pericolosi, ma sinceramente non so quanto crederci perchè ormai tutte conosciamo anche il caso Reveel e il caso Wet ‘n Wild, entrambe ritirate dal mercato ed effettivamente sparite dai negozi nel giro di poco tempo, anche se ho visto circa tre mesi fa un negozio cinese in centro a Monza vendere ancora smalti e altri cosmetici del marchio finto-milanese, mentre il brand Ck è ad oggi ancora scontatissima ma reperibile davvero in moltissime profumerie italiane alla luce del giorno.

Le versioni più accurate parlano di una stessa azienda, la Markwins Classic Brands licenzataria del marchio Ck Calvin Klein Beauty, cui sarebbero appartenute sia Ck sia W’nW, incriminata per aver messo sul mercato cosmetici tossici per bambine: non è dato sapere, però, se la Ck, non essendo stata ufficialmente ritirata ma solo svenduta per “cessata attività” seguita al fallimento del brand sul versante cosmetico, contenesse in un qualche modo sostanze tossiche.
Di fatto non si trova un comunicato stampa dell’azienda in internet che parli di quest’argomento, ma pare che non solo alla Markwins siano stati ritirati dal mercato i prodotti W’nW, ma addirittura i prodotti Ck siano ancora in svendita oggi per recuperare un buco lasciato dalla Markwins con fornitori e dipendenti.

Il nesso, nonchè la testimonianza di una ex dipendente su questo post del forum di alfemminile, sarebbe appunto quello di fare passare il messaggio di non comprare più prodotti della Markwins per via sia dei loro zero scrupoli nei confronti sia dei consumatori (Wet ‘n Wild docet) sia dei loro ormai ex dipendenti.

La mia personale opinione in merito a tutto questo è che i prodotti Ck non siano tossici rispetto agli standard previsti per legge almeno nel nostro paese, perchè non sono stati ritirati dal mercato, però sinceramente dopo essermi informata quanto possibile (purtroppo ad oggi non sono reperibili in rete comunicati stampa della Ck o Markwins in merito) ho deciso di non acquistare più in futuro prodotti di questa linea, per quanto fino ad oggi io mi ci sia trovata indubbiamente bene, anche e soprattutto per la poca chiarezza che in merito è stata usata.

I lipgloss Ck

La mia recensione, pur sconsigliando l’acquisto per motivi quantomeno etici, non può non comprendere una breve recensione d’uso dei prodotti acquistati circa un anno fa, per dovere di cronaca e perchè il mio impegno è di recensire i cosmetici attualmente in vendita e questo è il caso, tutt’ora, di questi lipgloss.

Il packaging di questi prodotti è estremamente semplice e, forse proprio per questo, piacevole.
La quantità di prodotto è di 6,5 ml, che in tutti e tre i casi mi sono costati 5 euro in forte sconto su un originale prezzo di listino intorno ai 15/18.
La scadenza è fissata a 24 mesi dall’apertura e i prodotti sono marchiati come made in Italy.

Ecco gli swatch sulla mano:

Sulle labbra le differenti tonalità si rivelano molto simili come effetto, specialmente il bianco con glitter argento e il giallino con glitter oro, illuminano le labbra diversamente, ma non è un effetto diverso come lo si vede qui in foto sulla mia pelle chiara, almeno se come me avete le labbra piuttosto pigmentate.

Questo il risultato del colore più chiaro, un bianco glitterato sull’argento

…e questo il suo applicatore, che costituisce una nota dolente perchè sinceramente lo trovo non comodissimo perchè rilascia una quantità di prodotto notevole rispetto agli altri applicatori,
di questo colore e tipo di lipgloss c’è da fare un accenno alla profumazione estremamente dolce, sembra davvero di avere zucchero in gloss sulle labbra, ma questa è una caratteristica solo di questa forma a “tubetto di dentifricio” della linea di lipgloss Ck.

Il secondo colore, quello giallino-dorato risulta così sulle labbra:

Qui l’applicatore è più comodo: si tratta di un corto pennellino comodo da usare anche volendo in punti e modi precisi

A mio parere la differenza non è granchè visibile, fra i due consiglierei sicuramente, a parità di durata e resa, il primo per il gusto.

E il terzo ed ultimo colore, un colore più sul lampone, decisamente più pigmentato e scuro, risulta comunque così sulle labbra:

E qui l’applicatore è il classico a spugnetta angolata da lipgloss:

La resa, come detto all’inizio, è abbastanza buona, anche se sulle mie labbra niente dura più di un tot e questo è il motivo per cui preferisco rossetti e tinte per labbra 😉

In conclusione:

Non posso che dare un voto “di mezzo” a questi prodotti che, obiettivamente, non sono prodotti fatti male (infatti il prezzo “originale” non era dei più economici), ma non penso che siano lipgloss dai colori/dalle texture insostituibili: come questi ce ne sono parecchi, magari di marche con politiche maggiormente “trasparenti” e sensibili nei confronti di noi consumatori, che abbiamo tutto il diritto di pretendere chiarezza su cose fondamentali come il motivo per il quale un’intera linea di makeup da profumeria sia caduta in disgrazia da un paio d’anni a questa parte senza sentirtci dare spiegazioni vaghe come “non terremo più questa marca” o false come “il marchio non ha venduto”. La mia valutazione, dunque, non può che tenere conto del contesto.
Se qualcuna/o fra le mie lettrici/ i miei lettori dovesse avere maggiori informazioni in merito prego di usare tutto lo spazio utilizzabile nei commenti come fosse una sorta di piccolo forum.
Inoltre mi farebbe piacere, comunque, sapere cosa ne pensate.

Sperando come sempre di esservi stata utile vi saluto,
un bacino!

Des

Quattro eyeshadow by essence

Comode ed economiche anche se non pigmentatissime

Buongiorno, oggi vi parlerò di quattro palettine di Essence che uso da mesi saltuariamente, ma che mi sono venute utili molte volte in viaggio o in giornate particolamente stancanti.
Dati comuni a tutte e quattro le palettine sono quantità, scadenza, produzione e prezzo, oltre che l’INCI:
Si tratta di 5 grammi divisi in 4 cialdine di prodotto che scadono a 12 mesi dall’apertura, sono prodotti in Germania per cosnova e costano 3 euro e mezzo!

Ecco l’INCI di una a caso fra le palettine, ma qualcosina ho visto che varia quindi se avete bisogno dell’inci di una in particolare scrivetemelo che ve lo pubblico ^^

Ed ecco qui come si presentano:

Da sinistra:

    • la numero 01 Ciao Bella!

si tratta di una palettina sui toni del marrone, dal beige chiarissimo luminoso al marrone castagna dorato. Di questa palettina l’utilità è chiara: trucco neutro/naturale. Più che il primo colore qui è il secondo a non essere scriventissimo, gli altri fanno tutti il loro dovere, perfetti per essere sfumati fra loro in un unico trucco =) Le cialdine non sono particolarmente farinose e i colori sono lievemente shimmer.

    • la numero 04 Sixties Reloaded

questa palettina invece da sui toni classici di uno smokey eyes (grigio-bianco-nero) aggiungendo un viola eventuale da alternare al grigio per uno smokey eyes viola. In questa palettina l’unico colore non troppo scrivente è il viola, ma nel complesso devo dire che comunque non è impossibile da usare, io in genere faccio un mix di grigio e viola e li uso direttamente insieme, mi piace il colore che danno ^^ Questa è la palettina di questa linea che ho trovato più scrivente (quella marrone è buonissima, semplicemente ha toni più naturali). Sono colori dall’effetto metallizzato diciamo, un po’ farinosi.

    • la numero 07 Party Animal

Una carinissima combinazione di colori sgargianti (che poi non sono pigmentatissimi, ma insomma non sono nemmeno malaccio, in foto ne vedete due passate e direi che il risultato è molto buono), sono quasi del tutto mat e non sono farinosi. Indicati per trucchi non sobri 😀

    • la numero 08 Summer Love

l’ultima uscita in ordine di tempo, i colori non sono male anche se il rosa non scrive granchè, in compenso il bianco in realtà è perlato e ha una deliziosa sfumatura rosa che si vede in condizioni di luce naturale, altrimenti risulta bianco non gesso ma luminoso. Verde e rosa sono quasi mat, il verde è piuttosto farinoso, l’arancione colora molto è un bel colore carico come quello che si vede anche da applicato.

Concludendo:

Sono prodotti estremamente economici che, per il loro prezzo, fanno molto bene il loro lavoro, in linea generale i colori più scuri e meno mat sono i migliori come scrivenza e texture, quindi grossodo seguendo queste dritte dovreste riuscire a trovare qualcosa di buono a un prezzo ridicolo =)
Quando il colore me lo permette tendo ad utilizzare sotto questi quad un ombretto in crema di essence (del quale vi ho parlato qui) che mi intensifica il colore e fa in modo che non vada nelle pieghette, durando anche a lungo.

Vi auguro buon divertimento, sperando che da voi il tempo (metereologico e non) permetta di passare questa fine estate in modo allegro e spensierato ^^

un bacione!

Des

Fotd makeup pinup style

Ok, cambio gli orecchini, ma tutto sommato non è male questo look, pensavo che sarebbe risultato più artificioso su di me.

Per non parlare del rossetto, che letteralmente ADORO. Mi è stato inviato in prova poco tempo fa, quindi lo voglio provare assieme ai suoi fratellini ancora un po’ prima di parlarvene, ma lo vedete in foto: il colore è stupendo e mi sta durando ore, ci ho anche mangiato ^^

Per il resto ho usato per la palpebra un ombretto bianco di Kiko e un color grigio-tortora nella piega sempre di Kiko che adoro (numeri 01 e 23), l’eyeliner in penna sempre della stessa marca che però non amo troppo, matita bianca H&M nell’interno dell’occhio (scrivenza ottima, anche se non so che schifezze ci sono dentro, H&M mi fa sempre un po’ paura ;)), per il viso un fondo minerale, la cipria hollywood di neve makeup e il kit per contouring della Sleek che vi straconsiglio ^^

…Sto aspettando un ordine Kiko con le ultime novità… d’estate si fanno pregare proprio tutti con le spedizioni, rallenta tutto -.-

e niente, ragazze… buon pomeriggio, vi farò una review di ombretti Collistar più tardi, ora torno sui libri 😉

Des

Collistar ombretto doppio effetto wet

Colori che alla luce del sole danno il loro meglio

Questi ombretti di Collistar, ragazze, sono davvero molto carini specialmente se usati bagnati.
Si tratta, infatti, di ombretti wet&dry, che possono essere usati in entrambi i modi.

Come sempre li si può usare bagnati da semplice acqua, da acqua termale o da fissanti appositi per il trucco come il Fix+ di Mac o la Nebbia per makeup di Neve makeup. Ho provato in passato anche il fissante Kiko e quello di Sephora, che non vi consiglio.

Non sono convinta che questi ombretti Collistar li venda ancora nella confezione che ho io e che vedete in foto, mi sembra che abbiano cambiato packaging, ma come per tutte le cose potrei sbagliarmi… In ogni modo questa confezione secondo me è (o era) carinissima, rimandando alle confezioni che Collistar usa per i suoi blush, per le sue terre e ciprie…insomma un po’ per quasi tutti i suoi prodotti 😉
(maggiori info su www.collistar.it)
Questo è il numero 14, il Turchese dorato.

Purtroppo questi ombretti, a differenza per esempio di quelli di Kiko, non rendono lo stesso colore che si vede (a tratti proprio “oro”) una volta applicati… o meglio sono colori molto luminosi e glitterosi, ma non li definirei dorati ecco.

In linea generale considero Collistar una buona marca, considerando che è venduta in quasi tutte le profumerie e che è quella che sicuramente va più incontro, nel rapporto qualità/prezzo, alle ragazze molto giovani e a chi, comunque, non ha la possibilità/la voglia di investire in prodotti cosmetici di marca.

Si tratta di un’azienda italiana che produce in italia e che ha sede a Milano.

Di questa serie posso mostrarvi 3 colori, due me li ha regalati un’amica che lavora in profumeria, quindi sono tester, per questo non hanno la confezione come l’altro.

Il verde è più scuro di così e tutti i colori sono molto più squillanti, purtroppo la mia reflex non può fare i miracoli, specie in una giornata molto nuvola…

La scadenza è fissata a 18 mesi, il prezzo va dai 10 ai 15 euro, i numeri che vedete in foto sono i numeri dei tre rispettivi colori.

In conclusione:

La valutazione che do a questi ombretti è di 3 stelle: sono buoni prodotti, ma Kiko ha ombretti cotti utilizzabili sia bagnati che asciutti che costano meno di 6 euro e rendono un colore migliore e pieni di sfumature di colori diversi, quindi per il rapporto qualità/prezzo li batte.

Come sempre spero di esservi stata utile e vi saluto ^^
Buona serata e alla prossima!

Des