Gli sportivi e le fragranze di cui sono sponsor

Il connubio tra profumi e sport è solidissimo. E ogni grande marchio almeno una volta per una propria campagna pubblicitaria ha scelto come testimonial un uomo o una donna appartenenti al mondo del calcio, del tennis, del basket, sino al surf o al golf! Lo sfondo lussuoso e vincente, accattivante e statuario dei Vip del mondo dello sport ha avuto sempre un effetto positivo sulle vendite dei grandi marchi per le fragranze e a tutt’oggi il trend non sembra cambiare. Ma quali sono stati e quali sono le solide unioni fragranza-sportivo più famose? Vediamole insieme

Nick Youngquest per Paco Rabanne – Invictus

«Quando si vince ci si sente veramente euforici. Ma la vittoria porta anche responsabilità, perché si capisce che i più piccoli, ma anche tutti gli altri, osservano le nostre azioni. Si deve avere un ruolo di modello» queste le sue parole che inoltre lo hanno fatto diventare tra le icone più famose per il solido connubio tra sportivi e profumi. Rugbista australiano, Nick Youngquest è sicuramente primo sul podio dell’effetto citato tra profumi e sportivi.

Jenson Button per Sport – Hugo Boss

A prestare il volto per le fragranze dedicate allo sporto proprio Jenson Button, campione di formula 1.

Due surfisti

Sia Christian Yeager per Aquafitness di Biotherm e David Fuller per Allure Homme Sport Eau Extrem di Chanel sono due volti iconici del connubio tra sport e profumi: basta solo immaginare e lo spot si crea da se…

E i calciatori?

Anche nel calcio il legale con il profumo è molto forte ma è una cosa che nasce in tempi più recenti. Primo tra tutti ad essere icona di sport e fragranze è senza dubbio David Beckham, chi se non lui! Già da quando militiva nel Manchester United lanciò una linea che si chiamava Instinct Sport, un pacchetto che al suo interno conteneva vari prodotti per la cura come bagnoschiuma e un deodorante. Poi Hugo Boss si è interessato al rapporto tra calcio e profumi e alla vigilia dei mondiali in Brasile nel 2014 collaborò con diversi giocatori di varie nazioni per promuovere il Boss Bottled, con Succes Beyond The Game, una campagna costruita anche attraverso i canali sociali del noto marchio di profumi. Tra i giocatori che hanno preso parte all’iniziativa c’erano Claudio Marchisio, Sergio Ramos, Mario Gomez, Thiago Silva, Olivier Giroud e Joe Hart.

Non poteva mancare CR7

L’ultimo in ordine di tempo ad aver lanciato una propria fragranza, dopo Beckham, è Cristiano Ronaldo, da poco alla Juventus e nel campionato italiano, qui disponibile https://rallylinkitalia.bet/betrally-bonus.html. Ronaldo ha lanciato il suo profumo, dal nome “Legacy” e si tratta di un profumo che cattura proprio le caratteristiche personali, l’aura potente e distintiva del campione portoghese.

Profumi: una fragranza per ogni personalità

Il profumo che indossiamo diventa una nostra caratteristica distintiva con il quale spesso veniamo riconosciuti e ricordati. La fragranza diventa tutt’uno con la persona che lo indossa: veniamo letteralmente vestiti dall’armonia delle essenze che lo compongono, regalandoci un’impronta unica.

 

Ci sono alcune fragranze che all’istante ci faranno pensare alle persone amate, come uno dei primi ricordi, il più tenero: quello materno. La mamma è l’autentico ricordo olfattivo che spesso resta fedele nel tempo ai suoi profumi preferiti e molti sono i classici della profumeria che sono nati tra gli anni ’50 e ’70, lasciando un ricordo indelebile nei propri figli.

 

“Centinaia di migliaia di odori sembravano non valere più nulla di fronte ad uno. Il principio superiore secondo il quale si dovevano classificare gli altri profumi. Era pura bellezza”, così con la sua frase Patrick Süskind descrive l’impatto che scatta nell’inconscio, nel momento del sentore dell’inconfondibile effluvio della propria mamma.

 

Ogni persona una fragranza unica

 

Il profumo anche se invisibile appartiene al linguaggio del corpo che si incolla all’inconscio facendo riaffiorare ricordi in maniera inconsapevole, quelli che a volte restano indelebili nel tempo. Quando una fragranza ci sembra familiare si ha una reazione immediata: alcuni studi hanno dimostrato che al cervello basta anche solo una nota per attivare istintivamente i circuiti neuronali. Se, sentendo il profumo, volgiamo lo guardo verso l’alto, è perché si attiva una reazione della memoria cognitiva che cerca di ricordare a cosa o a chi associamo quel profumo. Lo sguardo rivolto verso il basso invece, è dato dalla memoria emotiva che ha già ricordato il legame e riconosciuto il significato di quella fragranza.

È fondamentale poi sottolineare che difficilmente lo stesso profumo su persone diverse risulterà identico: a seconda del tipo di pelle, del PH, la fragranza subirà variazioni, seppur lievi.

Quando si è affezionati ad un tipo di profumazione e la si conosce bene, può essere molto conveniente l’acquisto di profumi online, spesso proposti in formati maxi a prezzi altamente competitivi; su Flomery.com, negozio di prodotti cosmetici online, potrete trovare i brand più importanti, sia per uomo che per donna.

 

La storia e l’importanza del profumo

 

Nel 1921 nasce l’icona per eccellenza, che continua a persistere nel tempo: parliamo naturalmente del prezioso N°5 di Mademoiselle Chanel, un profumo floreale intenso, presentato come un gioiello prezioso per ogni donna.

È nel secondo dopoguerra però che nascono le fragraze femminili di maggior carattere: era il 1947 quando Monsieur Christian Dior decise di accompagnare la rivoluzione della sua moda con una fragranza unica, rispecchiando irriverenza, modernità ed eleganza: Miss Dior, e poi in seguito Diorissimo, la versione più fresca e trasparente dei gusti femminili di quell’epoca. La maison Lancôme, nasce nel 1949 ed esordisce in profumeria con Envol nel 1957, presentando un mix fiorito di color verde, riconosciuto per molti come l’abbraccio della mamma.

Con l’avvento degli anni ’60 e ’70 e con la rivoluzione femminista anche il mondo dei profumi si trasforma: compaiono note speziate, patchouli, i sentori di spruzzi talcati e polverosi dell’iris, intrecciati alle scie profumate delle ambre e dei legni preziosi, che conquistarono tutte le mamme e le figlie della rivoluzione. E con la scia dell’indipendenza economica, la metafora olfattiva si sposta anche sull’uguaglianza dei sessi: sono gli anni di Chamade di Guerlain (’69), Amazone di Hermes (’74), Chloé di Chloé (’75), del conturbante Opium di Yves saint Laurent (’77). Molte di queste fragranze sono ancora protagoniste del rituale di profumazione delle nostre mamme e nonne, anche se nel tempo sono state riproposte sul mercato in versioni diverse.

Esistono profumi per sportivi?

Profumi per sportivi? Le aziende che operano in questo settore hanno portato numerose proposte

I profumi per sportivi sono degli elmenti molto importanti per rendere la propria vita in grado di rendere lo stile personale in linea con i propri gusti ed intenti. Il profumo è un elemento importante quando si va a parlare di questi prodotti si deve tenere presente che le essenze che vengono adoperate per questo scopo sono molto ragionate in modo tale che ogni componente possa far sentire bene colui che l’indossa. In effetti non è sbagliato affermare che un profumo si indossa perché come un vestito ci dona un particolare stile.

Lo sport non è rappresentato solo dalla mera attività agonistica perché intorno ad esso ed ai suoi appassionati vi sono le calcio scommesse ed il bonus benvenuto scommesse, se sei interessato guarda qui, gli abiti con accessori e naturalmente i prodotti per il corpo ai quali fanno parte anche i profumi. Ma quali sono le essenze profumo più inidicate a coloro che praticano o amano le attività agonistiche? La risposta non è poi così immediata perché questi prodotti vanno ad influenzare direttamente l’animo della persona. Tutte le migliori marche profumi come Dolce&Gabbana, Gucci, Burberry, Dior, Giorgio Armani, Davidoff e la super premiata Chanel hanno deciso di lanciare nel mercato prodotti in grado di creare una perfetta sintonia con tutti coloro che vivono la propria vita in modo attivo e, se si fa una ricerca veloce sugli “ingredienti” di queste composizioni si nota fin da subito che vi sono tre essenze che vengono molto adoperati per la creazione di questi prodotti: la menta, i legni e gli agrumi in tutte le varietà. Naturalmente vi sono altre essenze  che vengono inserite in nei profumi altrimenti la fragranza potrebbe risultare decisamente noiosa. Per far ciò si fa largo uso di spezie perché la loro natura ha come primo effetto quello di ravvivare tutto il risultato finale.

Le essenze profumo sono, come abbiamo visto,  la base per la creazione di questo prodotto quindi quando lo si va a cercare è sempre bene controllare gli ingredienti anche per possibili problemi di allergia.

 

I profumi gioiello per un doppio pensiero

Regalare o regalarsi un profumo è già un bel dono, ma se oltre a rapire i sensi e l’olfatto, strega la vista, il risultato è sicuramente migliore. Le ampolle che conservano gelosamente le fragranze più ricche, sono sempre state opera di grandi designer, ma ce ne sono alcune che hanno veramente un fascino inestimabile e, ammettiamolo, le conserviamo gelosamente, anche se il profumo è ormai svanito da tempo. Proviamo a cercarne qualcuna insieme.

Moi me(-)me

Partiamo da questo profumo disegnato da Stroili, perfettamente in stile con la femminilità contemporanea: semplice ma indispensabile. Bergamotto, mandarino dolce e sorbetto di lampone regalano fragranza, carattere e dolcezza. Le note di cuore accentuano gli accordi con gelsomino, ylang-ylang e mughetto acquatico per chiudersi in un vivace risveglio di bacche di vaniglia, muschio bianco, patchouli e legno di sandalo. Prima del viaggio olfattivo, si avvia quello visivo osservando un packaging che ricorda un anello con un meraviglioso diamante, linea che riprende gli anelli Stroili.

Dange-rose

Blumarine presenta un profumo caldo, sensuale, vibrante, adatto alla stagione fredda, con un tripudio di pera, pepe rosa, basilico che avvolgono un cuore di fresia, magnolia e rosa accompagnate dalle note legnose del patchouli e legno di cachemire. L’elegante flacone anticipa la sensualità del profumo. La sua forma ovale, sormontata da un tappo nero laccato, conico, separato dal corpo con un delicato anello di fiori in oro rosa che contrasta con il nero intenso del flacone: pura sensualità in tutte le sue forme ed essenze.

Scandal

Come non citare una creazione di Jean Paul Gaultier? L’ironia sottile con cui accompagna ogni avventura è sottolineata in questo originale flacone che sottolinea la vita notturna e folle di una signora, il tutto avvolto in un impalpabile velo rosa. Nelle note chiave spunta un armonioso mix di miele, arancia rossa, gardenia e pachouli, che sprigiona una scia golosa e balsamica che sfuma in note legnose.

Profumeria artistica: un settore in crescita

La profumeria artistica è un settore di nicchia nell’immenso mondo dei profumi che sta riscuotendo sempre più interesse e, quello che prima era dedicato solo a pochi intenditori sopraffini, sta indicando la strada di un nuovo successo.

A confermare l’interesse crescente per questo fenomeno è il direttore di Pitti Immagine, Agostino Poletto, che conferma il successo di Pitti Fragranze dichiarando che la manifestazione è considerata un osservatorio interessante da parte degli addetti ai lavori e che: “Le presenze estere e il peso internazionale sono cresciuti in modo consistente anno dopo anno e hanno trasformato la mostra in un appuntamento imperdibile, dal punto di vista dello scouting e delle novità più promettenti”.

Tra essenze rare, aromi inattesi e sfumature preziose sono state presentate tante novità originali e, in alcuni casi, particolarmente curiose. La profumeria artistica, come possiamo vedere su https://www.profumeriecampanella.it, mira ad esaltare esclusivamente l’essenza, e non l’immagine su cui si sono basati molte case di profumi.

Tra le novità proposte a Pitti Fragranze, c’è l’essenza che mira a produrre il profumo che si può respirare durante una passeggiata nei boschi: muschi, erba, terra, foglie, resine, umido, creano una miscela emozionante che profumi come Parco 1923 (Ispirato al Parco Nazionale d’Abruzzo) cercano di riproporre.  A trarre beneficio dalla profumeria artistica, è proprio l’Italia che è stata proposta in più profumi, come quello ispirato dall’inebriante fragranza che si respira sulla terrazza di un rinomato hotel di Positano.

Durante la manifestazione, un mastro profumiere, ha tentato, con grande successo, la fusione con un altro mondo che da sempre scatena l’attività olfattiva: la cucina! Alla base della fragranza, il semplice pomodoro e basilico fresco, essenza cui siamo abituati se ci viene proposta in un piatto, sconvolgente se proposta da un profumiere. Nel settore della cucina, la fragranza estrema è quella che ricorda il ragù: è difficile pensare che qualcuno possa andare in giro indossando questa essenza.

Curiosità a parte, la profumeria artistica, permette uno studio approfondito degli aromi fino a trovare quello più adatto alla propria personalità. Basta una goccia in più di un’essenza, piuttosto che un’altra, per cambiare completamente il risultato. Questa nuova frontiera del mondo dei profumi permette di approfondire anche la conoscenza di sé e di costruirsi un profumo su misura adatto alle proprie esigenze.

Le esperienze olfattive regalate da Pitti Fragranze hanno riportato alla mente di tante persone un passaggio di “Alla ricerca del tempo perduto”, in cui Marcel Proust racconta l’esplosione di ricordi, causato del “semplice” profumo delle madeleine. Alcuni profumi s’insinuano nei meandri della nostra mente e, appena sono sollecitati, sono pronti a spalancare il portone dei ricordi, lasciandoli defluire copiosamente. Grazie ad artisti dell’olfatto, sarà sempre più facile poter rivivere queste esperienze e forse un giorno, non stroppo lontano, potremmo regalare una nostra foto ricordo accompagnata dal nostro profumo preferito. In fin dei conti, basta andare in un olfattorio (o bar dei profumi) e costruire una fragranza a proprio uso e consumo. In questo modo non resteremo impressi solo per la nostra persona, ma anche per l’effluvio inconfondibile che ci accompagna.