I look e i make up per le tifose di calcio

In piena sintonia con le ultime tendenze in fatto di make up anche nel mondo del calcio e per le tifose più agguerrite arrivano consigli e voghe per essere sempre impeccabili anche sulle gradinate della Serie A, qui disponibile, a incitare la propria squadra del cuore ogni maledetta domenica. La popolarità del calcio investe anche l’universo femminile non più limitandosi all’interesse per i campionati mondiali o europei ma diventa viscerale, di fede e di appartenenza anche ai club e anche la nostra serie A è esempio nitido del fatto che il calcio non è un gioco che appassiona solo il popolo maschile ma che sempre più si espande tra gli interessi e gli hobby del girl power. La presenza femminile non passa certo inosservata grazie all’estro nel trucco e nei gadget scelti per incitare la propria squadra, qui vediamo alcune delle ultime tendenze per ispirarti nel tuo prossimo impegno da supporter e in quello più importante di abbattere una volta per tutte questi stupidi e sterili pregiudizi.

Le coroncine di fiori

Da acquistare o con un bel fai da te, tra le ultime tendenze, in stile snapchat o instagram, sembrano immancabili in ogni occasione le coroncine di fiori. Belle, allegre, leggere, divertenti, sono ideali da sfoggiare anche allo stadio, ovviamente, indirizzando i colori dei fiori ai colori della fede calcistica.

Il make up

Sulle gote la riproduzione delle bandiere o i colori sociali dei propri club: questo è l’evergreen in tema di make up e stadio. Se questo non dovesse bastare si può aggiungere del rossetto sulle labbra dei colori che richiamano sempre ai colori sociali della squadra del cuore per un infallibile make up da tifose in cui sarà possibile anche osare con l’aggiunta di glitter e contorni pronunciati.

La Nail Art

Qui entra il campo la moda, l’estro e la fantasia di ogni tifosa di calcio. A partite dagli smalti semplici e colorati sempre per richiamare la fede e rirprodurre sulle proprie unghie i colori delle bandiere o delle magli della squadra del cuore, per arrivare, per le più estrose e brave e soprattutto per quelle che hanno più pazienza (!) a riprodurre gli stemmi della propria squadra del cuore, il simbolo della città che rappresentano, una caricatura che richiami il beniamino della squadra e tanto altro ancora.,

Gli accessori

Immancabili poi gli accessori per completare il look. Non solo make-up quindi, ma anche occhiali da sole, magari in fogge e colori che richiamano ovviamente quelli della squadra, ma anche cerchietti per capelli divertenti, berretti sportivi, o per le più nostalgiche, un tuffo nel folklore della propria città con copricapo ad hoc che guardano alla tradizione. Insomma, per quanto riguarda gli accessori gli unici veri must sono la fantasia e la libertà di sbizzarrirvi in modo da rinnovare volta dopo volta, e match dopo match, il look che risulterà sempre innovativo e fantasioso, almeno in questo garantiamo la vittoria!

 

La luce giusta per il trucco: volete sapere qual’è?

Un buon make-up senza la luce perfetta, è impossibile, e questo lo dimostrano i professionisti che, lo avrete visto sicuramente, hanno sempre a disposizione una postazione con un’illuminazione ben specifica. Anche in questo caso, però,  l’illuminazione non è proprio ottimale, poiché alcuni utilizzano ancora vecchi sistemi che rilasciano una luce che “falsa” i colori del trucco.

Il 50% del lavoro tocca alla luce

La luce della postazione trucco deve permettere di vedere perfettamente i difetti della pelle, così come la colorazione, le tonalità del trucco e qualsiasi piccolo particolare. Inoltre deve essere uniforme e non illuminare un lato piuttosto che l’altro, per evitare un make-up irregolare, in particolare se ci si trucca da sole.

Quindi quale deve essere la luce ideale per il trucco? Sicuramente sono adatti i LED a luce calda o naturale (dai 3300 ai 5300 K). Questa è la luce migliore per evitare alterazione di colore, ma nello stesso tempo è intensa, illumina bene tutto il viso, non crea zone d’ombra, non abbaglia e non altera la visione.

I particolari della luce

Per prima cosa bisogna posizionare le luci su entrambe i lati del viso, senza lasciare troppo spazio tra una e l’altra. In questo caso si possono utilizzare le strisce led che trovate qui, visto che sono già predisposte come distanza e sono facili dia installare grazie alla parte adesiva. Vi basterà prendere uno specchio qualsiasi, incollare su tutti i lati le strisce Led e avrete già la vostra postazione trucco pronta e a basso consumo. In questo modo, con poca spesa, avrete un risultato ottimo che vi permetterà un’illuminazione a prova di make-up perché illumina tutti i lati uniformemente.

Evitate i neon che hanno una luce troppo fredda e fanno apparire i colori troppo chiari: in questo modo tenderete a caricare in modo eccessivo i colori, in particolare il fondo. La luce deve essere chiana, “illuminante” ma non deve abbagliare, costringendovi a stringere gli occhi.

Una volta si utilizzavano molto i faretti per le postazioni trucco, ma creavano diverse problematiche, in primis il calore che, tra l’altro, creava problemi col trucco che tendeva a sciogliersi  trasformando il make-up in una vera tortura.

Luce LED, la migliore soluzione

Qualcuno, erroneamente, pensa che le luci a LED si riscaldino. Parliamo di un’illuminazione completamente fredda e, anche se resta attiva ore o giorni interi, non emetterà mai calore, quindi adatta alle sessioni di trucco, eliminando il fastidioso problema che creavano i faretti. L’illuminazione a LED, inoltre, può variare di intensità: fredda (bianco ghiaccio) neutro (bianco), calda (giallo paglierino molto chiaro). Grazie a questo particolare non si avranno alterazione di colore, problema causato da neon, lampadine a risparmio energetico e tradizionali.

Utilizzando le strisce a LED non è neppure necessario predisporre un impianto elettrico, cosa inevitabile con faretti e lampadine. La comodità di poter posizionare la striscia in qualsiasi luogo con la sola accortezza di avere a disposizione una presa è una soluzione estremamente comoda per creare una postazione trucco fai-da-te senza spendere una follia, cosa che farebbe invidia a qualsiasi professionista del settore.

Altro particolare del LED è la durata. Lampadine e faretti, quando si bruciavano (piuttosto spesso) si dovevano cambiare e ogni volta il colore della luce emessa non era mai uguale agli altri, creando un effetto devastante sul risultato finale del trucco.  I nastri a Led garantiscono una durata di 50.000 ore, quindi anche se le tenete accese 4 ore al giorno potete truccarvi senza problemi per 12.500 giorni, ossia per più di 34 anni. A parte questo, quando cambierete la striscia completa avrete sempre la stessa tonalità di illuminazione, ammesso che tra 34 anni non sia uscita qualche altra novità nel mondo dell’illuminazione.

Mani in prima fila: gli smalti dell’inverno

Mani in prima fila: gli smalti dell’inverno

Le mani, in una donna, sono molto importanti, dicono molto della sua personalità, delle sue caratteristiche, del mondo a cui appartiene e sono un meraviglioso strumento di seduzione e gioco. Sono sempre in primo piano quindi: look da star, manicure perfetta e smalto in mille versioni.

Aleas Cosmetics ci presenta tutte le ultime novità, non solo per quel che riguarda i colori, ma anche per quel che riguarda le tecniche, come, ad esempio, lo smalto semipermanente Non Stop Color che garantisce una durata di ben 21 giorni ed è ultra resistete a graffi e urti. Con l’utilizzo di una semplice lampada UV o a LED, in pochi secondi lo smalto sarà asciutto e il risultato sarà estremamente elegante. Le tonalità? Sicuramente tutte quelle che illumineranno il prossimo inverno come il marrone nerastro, il prugna-fucsia o il Red Mischief.
Per chi ha poco tempo da dedicare alle proprie unghie, ma vuole essere sempre in perfetta forma è particolarmente utile lo Smalto Ibrido 3 in 1 gel. Non serve né base, né lucidante: basta passare due mani di smalto sull’unghia e il risultato sarà impeccabile. Tonalità che vanno dal Black Shadow fino al Cafe Ole passando per un’altra trentina di proposte.

Siete stanche di dover sempre lottare con il solvente per le unghie e non sopportate il suo odore? Su https://www.aleascosmetics.com/ lo smalto che fa per voi: si tratta dello Smalto Semipermanente Peel off. Un gel che si toglie comodamente come una semplice pellicola, senza dover ricorrere a nessun genere di solvente. Offre una durata di oltre due settimane, ma può essere rimosso quando si vuole con un semplice gesto. Anche cambiare colore non sarà un problema visto che ci sono a disposizioni ben 45 tonalità.

Anche dalla tua estetista di fiducia puoi trovare questi prodotti e molti altri nati per i professionisti del settore, come lo Smalto Polish Express o la linea Easy Design di La Femme® che, grazie al Sistema Acrilico a Immersione, in soli 25 minuti permette di rafforzare le unghie e riparare danni e spezzature. Questo trattamento, inoltre, permette di prolungare la durata degli smalti, sia tradizionali, sia semipermanenti.

Sei un’amante della Nail Art? Troverai tutto quello che desideri grazie ai prodotti di La Femme®. Effetto unicorno, caduta di pietre preziose, effetto oro, specchio, glitter, strass o adesivi? C’è solo l’imbarazzo della scelta. Chi è particolarmente dotata e vuole creare delle vere piccole opere d’arte, può munirsi della tavolozza e del Set High Speed Color Nails per dipingere il proprio capolavoro.

Per un inverno 2018 d’effetto puoi puntare sull’effetto metallizzato che è il vero protagonista di questo inverno, ma non solo per le unghie, anche per occhi e labbra. Non importa il colore che scegli, l’importante è che le unghie sembrino ricoperte di metallo fuso, ancora incandescente: oro, rame, argento, bronzo! Con l’arrivo del freddo sono ben accetti tutti gli smalti scuri, dal bordeaux al nero, dal verde petrolio a blu scuro, ma in previsione di una serata sbalorditiva puoi puntare sul nero e argento. Uno smalto nero opaco impreziosito dall’effetto argento o specchio che si trova tra i prodotti per la Nail Art: il successo è garantito!

Trucco Occhi

Gli occhi sono lo specchio dell’anima: valorizzali con i colori giusti

Gli occhi dicono tutto di te e devono essere il punto di forza del tuo look! Proprio per questo motivo ad ogni colore di occhi va abbinato al suo ombretto, per rendere lo sguardo più intenso e affascinante. Proviamo a vedere se trovi trucco per i tuoi occhi!

Occhi neri

Gli occhi neri incarnano le caratteristiche della gente mediterranea e sono come un meraviglioso pozzo senza fondo in cui ci si potrebbe anche tuffare! Se hai la fortuna di avere un bellissimo paio di occhi neri non ti resta che seguire i nostri consigli per farli brillare al massimo! Gli occhi neri, magnetici e intriganti, hanno bisogno di essere esaltati nelle loro caratteristiche quindi munisciti di una palette di colori scuri e inizia il trucco. Utilizza le tinte scure come l’argento satinato, il grigio scuro con glitter, il viola prugna o il grigio antracite. Osa tranquillamente con i colori scuri, magari optando per i colori metallizzati, piuttosto che quelli matte. Per dare maggiore luce al tuo sguardo puoi stendere una base di argento e stemperarlo con una tonalità molto più scura verso l’esterno dell’occhio. Per dare lucentezza e profondità allo sguardo puoi utilizzare anche la matita nella rima inferiore o, ancor meglio, un kajal in polvere che regala un’intensità unica. Lo stesso trucco è adatto anche per gli occhi marrone scuro.

Occhi verdi

Gli occhi verdi sono così belli al naturale che non avrebbero bisogno di nulla per apparire: chi non li nota? Però, per renderli ancora più belli e accattivanti, ci si può munire di una palette con i colori dell’autunno: tutte le tonalità del marrone e del grigio fumo. Tonalità rigorosamente scure, volendo anche un bel blu Persia, ma niente tonalità chiare. L’occhio deve esplodere in tutta la sua bellezza e luminosità, come uno smeraldo. Anche alcune tonalità di verde, sfumate ad arte, possono aumentare l’intensità dello sguardo: un bel verde muschio o un verde foglia stemperato in un bronzo metallescente faranno un effetto strabiliante. Si al mascara, allunga a dismisura le ciglia, definiscile accuratamente in modo che incornicino con decisione il verde della pupilla.

Occhi blu

Hai gli occhi azzurri? Usa bel blu intenso come quello del pavone. Un meraviglioso tono su tono che contrasta con il colore dei tuoi occhi mettendo in risalto tutta la loro bellezza. Parti dall’angolo interno con un colore tenue, neutro, stemperando pian piano il blu, fino a delimitare l’angolo esterno con il blu puro. Per un vero colpo di scena, però, puoi osare con un rame intenso, quasi arancione: quando spalancherai gli occhi lascerai tutti senza fiato. L’occhio blu non ha bisogno di tanti accorgimenti, ma se vuoi puoi utilizzare anche una matita per occhi, sempre blu o acqua marina.

Occhi color nocciola

Non vanno confusi con gli occhi marroni che abbiamo messo insieme a quelli neri. Gli occhi color nocciola, in realtà sono indefinibili perché spesso contengono delle pagliuzze dorate che fanno cambiare tonalità in base alla luce. Possono sembrare color foglia, oppure quasi color oro. Truccare questo occhio non è facile proprio per la sua variabilità di tono, ma è anche quello che si presta a più colori. Qui si possono utilizzare tutte le palette della Naked (Urban Decay) non c’è colore con cui non si possa osare. Brillanti, tenui, aggressivi, intensi o profondi a te la scelta. Se vuoi uno sguardo ingenuo e fresco utilizza colori chiari come il tortora, il nudo, il crema, incentivando l’ausilio di matita nera e mascara. Se vuoi uno sguardo più “intrigante” gioca con i colori intensi e definiti. Per dare luce agli angoli dell’occhio utilizza una matita bianco perla, otterrai un risultato molto interessante.

Ellis faas and her lipsticks

Rossetti a lunga durata, idratanti, di colori naturalmente adatti alle labbra.

Oggi vi parlerò di un marchio professionale di makeup creato da una makeup artist olandese di nome Ellis Faas.

Innanzitutto credo che, per parlare come si deve di questo marchio, sia necessaria prima una piccola spiegazione su chi sia Ellis Faas e da dove le siano derivate le idee che stanno dietro a questo interessante concetto alla base dei suoi cosmetici: gli humans colours.

Qui trovate la pagina del suo sito che spiega chi è.

“Vogue Paris cited Ellis Faas as “one of the most influential make-up artists of her time”. And indeed, she has worked with the world’s most pre-eminent fashion designers, photographers, stylists, hairdressers and models. Ellis’ work has been published on the covers of the world’s best-known fashion magazines. Additionally, Ellis has worked for make-up brands, such as Clinique, Lancôme and MAC Cosmetics – and she was asked by L’Oréal to create a make-up line for their skin care brand, Biotherm. After the contract with L’Oréal ended in 2007, the way was paved for her to create her own brand: ELLIS FAAS.”

Si tratta di una delle più influenti makeup artist del suo (e del nostro) tempo, ha lavorato per brands importanti come Lancome, Clinique, Chanel, Armani, Mac, l’Oreal, per la quale ha curato la linea di cosmetici del loro marchio di skin care: Biotherm, oltre a molti altri marchi. Terminata l’esperienza, nel 2007, con la linea Skin Loving Colours di Biotherm ha deciso di creare una linea di cosmetici sua.

Ho voluto introdurvi un minimo la persona dietro al marchio perchè io personalmente ho trovato molto affascinante questa figura, ma se vi va di saperne di più leggete la pagina che vi ho linkato, contiene molti dettagli sulla figura sia professionale e artistica, sia umana.

Il Brand:

Per la sua collezione Ellis ha scelto “humans colours”, colori umani, ovvero ha scelto di inserire fra le sfumature appartenenti alle sue creazioni solo colori appartenenti biologicamente e naturalmente al corpo umano dentro (i suoi rossetti rossi sono ispirati al colore del sangue) e fuori (colori di pelle, occhi, capelli ispirano i suoi fondotinta, correttori, ombretti…)

Questa scelta comprende anche la texture dei suoi prodotti, che sono tutti liquidi perchè, coerentemente con il discorso sugli human colours, anche per la texture si può parlare di appartenenza naturale al corpo umano, prevalentemente costituito da acqua.

Tutto questo indubbiamente porta ad un unico obiettivo: creare un makeup di qualità professionale che possa stare bene ad ogni donna e che non dia effetti stranianti.

Il packaging è estremamente elegante, trattasi di penne a punta di colore argento a specchio con su la stampa del marchio elegantemente bianca, una volta aperto il tappo l’applicatore interno si presenta come un pennello di varie dimensioni a seconda del prodotto o, nel caso di alcuni rossetti, a “spugnetta” (vedi foto dell’applicatore del n° L101 – Ellis Red)

I rossetti che ho provato:

Ringrazio molto Thijs Faas per avermi inviato gratuitamente in prova questi rossetti.
Come sempre (a me sembra ovvio, ma magari fra le mie lettrici c’è chi non mi segue da molto) la mia priorità siete voi, quindi la mia non può che essere una recensione d’uso come sempre onesta e basata su un periodo di prova adeguato a poterne dare un giudizio fondato e completo.

I Rossetti Ellis Faas sono di 27 diversi colori, privi di parabeni e arricchiti con vitamina E, duraturi e dalla facile applicazione, divisi in tre principali categorie basate sulle tre textures disponibili (questo vale anche per l’Ellis Red, disponibile in tutte e tre le textures swatchate qui sotto in ordine da sinistra a destra):

  • Creamy Lips (dal numero L101 al numero L109)

Per una coprenza classica da rossetto, duratura. L’applicatore è in spugna, a differenza dalle altre due categorie dotate di pennellino.

Io ho testato proprio l’Ellis Red in questa texture (numero L101), trovandomi decisamente bene sia con la “penna” in generale che con l’applicatore in spugna. Si tratta di un colore sanguigno, deciso, lo avete visto applicato nel trucco pinup 🙂 è raro che un rossetto rosso mi stia così bene, illuminando così il mio incarnato… in effetti ciò che ho letto su questo colore è proprio che dovrebbe stare bene a tutte. L’ho trovato confortevole, persino idratante per le labbra che non ho sentito assolutamente secche dopo le varie applicazioni, la mia valutazione è decisamente positiva: si tratta sicuramente di un prodotto professionale.

 

  • Milky Lips (dal numero L201 al numero L209)

Rispetto ai Creamy sono più lucidi e fluidi, un po’ meno coprenti, hanno l’applicatore a pennellino e anche questi sono comunque duraturi (a me sulle labbra svanisce sempre qualunque prodotto: questi rossetti mi sono durati ore). Di questa texture ho testato in numero L205, uno splendido color salmone molto delicato, come vedete in foto.

  • Glazed Lips (dal numero L301 al numero L309)

In generale si tratta della texture più simile a un gloss, ma con la coprenza e la durata e resistenza di un rossetto. è anche la texture più idratante, con Tocotrienol, un potente antiossidante e componente della vitamina E, vitamina C, Omega 3 e 6.
In questo caso ho testato un colore aranciato, il numero L304, purtroppo la foto è venuta un po’ buia, ma vi assicuro che anche questo colore è davvero bello, peraltro pare che le labbra color arancione saranno un must il prossimo autunno, quindi a maggior ragione wow ^^
La differenza di brillantezza fra le due texture è a mio parere minima, quindi valutate anche l’inci e i vari colori se siete indecise 😉


E per finire ecco qualche foto degli applicatori:

Per nessuno di questi rossetti ho avuto problemi di applicazione o dovuti al packaging in generale: le istruzioni d’uso parlando di girare la parte finale della penna “several times” ed effettivamente una volta girata varie volte il prodotto che ne esce è la quantità giusta per la prima applicazione.

La scadenza è fissata a 24 mesi dall’apertura, per una corretta conservazione è consigliato pulire l’applicatore ogni volta dopo averlo usato semplicemente versando un pochino di struccante su un cotoncino e pulendo il pennellino con delicatezza.

Il prezzo di questi rossetti è di 25 euro l’uno, ho pensato che per l’ultimo Ysl ne ho spesi 24 scontato e mi sono detta che, a mio personale parere, non si tratta di un prezzo eccessivo ma giusto per la qualità (e la durata!) che questo prodotto ha.
Esiste inoltre uno splendido Holder per tenere ordinati tutti i prodotti di questa marca, che sembra davvero un piccolo lusso ^^

Concludendo:

La mia valutazione di questi prodotti è di cinque stelline: non ho mai trovato un rossetto che mi stesse sulle labbra davvero per ore e ora ne trovo ben tre proposti da una sola marca.
Inoltre nessuno di questi rossetti secca minimamente le labbra, nel mio caso posso anzi parlare di prodotti comodi da indossare, di colori realmente ben scelti e di packaging esteticamente stupendo. L’unica annotazione che mi sento di fare è proprio in merito alle “penne”: si tratta effettivamente di una bella idea, però sarebbero molto più funzionali se fossero ricaricabili, questa accortezza avvicinerebbe maggiormente il brand all’attenzione per l’ambiente dimostrato nel concept e negli ingredienti usati… peccato. Nel complesso, però, non mi sento di considerare questa una pecca grave semplicemente perchè il brand è nato relativamente da pochi anni, quindi ha bisogno di tempo per evolversi e perfezionare i dettagli, magari anche grazie ai suggerimenti dei consumatori.

Spero come sempre di esservi stata utile e che questa review sia per voi interessante,
vi saluto e vi auguro la buonanotte ^^

Des

makeupaciugo vogue fashion night out

Era un po’ che non vi mostravo un mio Make-upaciugo, quindi ho pensato di mettere insieme qualche foto e mostrarvi quello un po’ più audace che ho proposto per l’ultima Vogue Fashion Night Out di Firenze (17 Settembre 2015).

Un cut crease sviluppato all’interno, sfumato sui toni del rosso e del nero (nuance ufficiali della VFNO!), creato usando le palette YSL e la base Lancome. Ho scelto una forma moderna allungata e arrotondata, anziché la classica forma a V, per dare a questo Make-upaciugo un taglio più netto, d’impatto e originale, creando quasi delle mascherine di colore sfumato.

Make-upaciugo, make-upaciugo, make-upaciughi, Vogue Fashion Night Out Firenze, Vogue Fashion Night Out Firenze 17 Settembre 2015, VFNO, Coin Firenze, YSL, Yves Saint Laurent, Lancome, Trucco rosso nero,

L’illuminante che ho usato nell’angolo interno fa parte della Palette Couture Metal Clush di YSL ed è una sorta di lilla glaciale quasi silver che contrasta magnificamente con i toni caldi e che sto usanto moltissimo ultimamente (l’ho già “scavato”!!).

Cosa pensate di questo Make-upaciugo, vi piace?

Lancome palette mes incontournables de parisienne

La palette Lancome Mes Incontournables de Parisienne della collezione autunnale in collaborazione con la parigina Caroline de Maigret ha decisamente fatto breccia nei cuori di appassionate e collezioniste per la sua versatilità e con il suo look francese, timeless e chic.

Tutto ciò di cui una parigina ha bisogno

All’interno della Multipalette troviamo quattro ombretti sui toni del marrone, perfettamente in linea con i Must per questo autunno/inverno, tre ombretti matt utilizzabili per il trucco delle sopracciglia, il blush in crema rosato, l’illuminante utile per il trucco occhi e viso e due pennelli doppi con applicatore ombretto, sfumatura, eyeliner e sopracciglia, pettine per ciglia e sopracciglia.

L’aspetto esterno della palette è unico: ecopelle per un look moderno Moleskine-like molto furbo, che strizza l’occhio alle più classiche ma anche alle trasgressive che non amano le cose troppo fanciullescamente femminili e desiderano avere appeal più rock!

In questo prodotto è riassunta la visione di bellezza francese senza tempo: naturale, semplice, elegante.

I colori proposti sono il più universale possibile, rendendo questa palette una TMP (TravelMultiPalette) perfetta per ogni occasione! Mi è talmente piaciuta che ho regalato la Palette Lancome Mes Incontournables de Parisienne anche alla collega e amica Laura Portomeo. Lei, essendo un’entusiasta del make-up almeno quanto me, ha voluto subito metterla alla prova su di me.
Un trucco del genere rende alla perfezione l’idea anche di ciò che Laura insegna ai suoi famosi Corsi di Self Make-up, dove spiega come valorizzare il proprio viso personalizzando il proprio look!

Ecco il risultato:

Laura ha per prima cosa corretto leggermente la forma del mio occhio allungandolo, portando la linea di matita sfumata leggermente laterale in direzione della tempia e, dopo aver creato la forma a matita, ha usato tre degli ombretti facendo particolare attenzione a scaldare la piega con il marroncino rosato matt, che ha poi utilizzato anche per il trucco delle sopracciglia. La base, molto leggera, è stata creata usando i nuovi ULTRA HD di Make Up For Ever e la polvere minerale MAC. Poco correttore e un tocco di blush in crema sulle gote. Per le labbra un colore estremamente naturale e neutro.

Se non è completamente vero, forse!, che Lisa Eldridge mi venderebbe qualunque prodotto make-up è sicuramente vero che la Multipalette Lancome Mes Incontournables de Parisienne è davvero una palette ben bilanciata e studiata per diventare il nuovo Must Have: really a good job, Lisa!!

Kit uniqa sun benvenuto settembre

L’estate sta finendo, ma qualche scaltro ha riservato le ferie per il mese più bello, quello appena iniziato: Settembre!

Parliamo quindi di kit Uniqa SUN completo e semplice da portare con sé in viaggio, in grado di proteggere dai danni del sole permettendo di godersi questo mese stupendo. Non smetterò mai di ripetere, comunque, che le protezioni solari vanno usate tutto l’anno e sono fondamentali anche durante le settimane bianche o le ferie in posticini caldi anche in mesi non propriamente estivi. In queste occasioni, infatti, la pelle viene sottoposta a stress ossidativo intenso e da questo va protetta.

Uniqa Sun propone un kit solare composto da protezione e doposole in comode monodosi composte di pura vitamina E.

Uniqa SUN, Crema solare uniqa sun, doposole uniqa sun, fattori protezione solare, sole settembre, creme solari, vitamina e, doposole, scottature, protezione solare

La strategia si compone di due fasi: la prima, applicabile su corpo e viso durante l’esposizione al sole, è una crema solare spray molto comoda e priva di metalli pesanti, ricca di vitamina E, olio di Argan e di Jojoba, disponibile in tre fattori di protezione (Bassa – Spf>10 – Media – Spf>20 – Alta Spf>30).
Io sconsiglio sempre di utilizzare le protezioni basse, ritenute da molti esperti poco utili e potenzialmente dannose anche su pelli di colore scuro e fototipo alto.

Come ogni crema solare viso e/o corpo è consigliabile riapplicare ogni circa 2 ore di esposizione e dopo bagni e/o docce.

Uniqa SUN, Crema solare uniqa sun, doposole uniqa sun, fattori protezione solare, sole settembre, creme solari, vitamina e, doposole, scottature, protezione solare
Conservazione monodosi doposole.
La seconda fase prevede una coccola per la pelle post esposizione tramite l’applicazione di vitamina E pura conservata in pratiche monodosi. La Vitamina E è un efficace doposole idratante e lenitivo antiossidante. Essendo piuttosto liquida non è necessario usare una quantità eccessiva di prodotto: ogni monodose (sono 14 nella confezione) contiene 1,8 ml. Perfetto da applicare su viso, collo, spalle e decolleté.

Ho trovato davvero ideale questa conservazione. Ovviamente le monodosi di doposole sono scure perché la vitamina E (come altre vitamine) si degrada e perde le sue qualità se esposta al calore e alla luce diretta del sole. Per una corretta conservazione consiglio di scegliere quindi un luogo ben asciutto e riparato da luce e fonti di calore.

Uniqa SUN, Crema solare uniqa sun, doposole uniqa sun, fattori protezione solare, sole settembre, creme solari, vitamina e, doposole, scottature, protezione solare
Texture a confronto: liquida vitamina E confrontata con la leggera ma cremosa protezione solare.
Uniqa SUN, Crema solare uniqa sun, doposole uniqa sun, fattori protezione solare, sole settembre, creme solari, vitamina e, doposole, scottature, protezione solare

Consiglio inoltre di non mischiare o sovrapporre differenti protezioni solari (geniale idea di alcuni per terminare i solari a fine stagione, come ho letto su qualche profilo social): il risultato non è sempre positivo (di somma dei fattori) ma può arrivare anche a diminuire il fattore di protezione rendendo instabili i filtri, mettendo di fatto a rischio di scottatura gli “spignattatori” occasionali.

La natura ti dà la faccia che hai a vent’anni. è compito tuo meritarti quella che avrai a 50. Coco Chanel

Il Kit Uniqa Sun mi è piaciuto molto, lo consiglio e lo riacquisterei… buon sole settembrino a tutti!!

Lozione aqua fruits bioline jato

Rientrati dalle ferie si torna a scartabellare tra le pagine dei blog preferiti alla ricerca di qualche consiglio su come sentirsi meglio… ed eccoci qui con un nuovo prodotto interessante da scoprire!

Ricordate Bioline Jatò? Oggi parliamo di un prodotto particolare: la lotion dynamisante AQUA FRUITS che fa parte alla linea verde 24.7 Natural Balance. Ormai i prodotti ci piacciono smart, utili in diverse situazioni ed adattabili alle diverse esigenze.

Rientrando dalle ferie estive è dura riprendere da dove s’era lasciato… per ripartire alla grande l’energia non può mancare: frutta e verdura in quantità da mangiare, bere, frullare e, perché no?, vaporizzare abbondantemente su viso e collo!
Questo tonico spray dinamizzante contiene bacche rosse e nere dalle funzioni protettive, vitaminizzanti, utili a ossigenare la pelle, e ciliegio idratante e rivitalizzante per la cute. Lo si può vaporizzare entro la routine di pulizia subito dopo alla detersione, spruzzarlo per rinfrescare viso e trucco durante una calda giornata di fine estate o ancora utilizzarlo come primo step della propria skincare subito prima della crema di trattamento, in modo da facilitarne l’assorbimento, come consiglia di fare l’azienda produttrice Bioline Jatò.

La linea 24.7 Natural Balance lavora principalmente sull’equilibrio degli elementi essenziali come vitamine e minerali, in modo da ripristinare e mantenere una bella pelle senza l’uso di parabeni, sls/sles, cessori di formaldeide, oli minerali, paraffina, dietanolamide (dea) e coloranti artificiali.
Anche la lozione energizzante Aqua Fruits, come potete vedere in foto, ha un inci ricco di estratti vegetali.

Consiglio la lozione Aqua Fruits Bioline a tutti i tipi di pelle, in particolare alle pelli stressate e carenti di elementi essenziali quali vitamine, minerali e ossigeno.

Schiuma da barba proraso rossa e depilazione femminile


Vi è mai capitato di “prendere in prestito” alla vostra metà una camicia, un paio di enormi infradito o un cappellino da baseball?

Per tutti questi motivi usare il rasoio non modifica i nostri peli e, per quanto mi riguarda, salva la pelle da traumi quali rossori, capillari visibili, peli incarniti e brufoletti. Non tutti questi disturbi sono però totalmente evitabili con il semplice utilizzo del rasoio che, usato senza una buona schiuma da rasatura, può comunque creare piccole abrasioni alla base del pelo e numerosi rossori.

Dopo aver provato un paio di gel/schiume da rasatura femminile che mi sono sembrati troppo simili alla semplice schiuma di sapone, mi sono lasciata tentare da mio marito a provare la sua schiuma da barba, che mi ha descritto come morbida, lenitiva ma soprattutto priva di profumazioni troppo maschili.
In effetti la schiuma da barba della linea rossa Proraso si presenta come una spuma molto densa, cremosa e dalla fragranza unisex delicata e orientale, piacevole. Una volta effettuata la rasatura la pelle rimane morbida e liscia, come setosa, elastica, luminosa, nutrita e lenita.

Ho voluto provare a depilare le zone più sensibili, come quella delle ascelle o la zona bikini, con questa schiuma e le gambe con il solito sapone/mousse da doccia. Il risultato è stato una pelle più irritata e secca, che “tira”, proprio in questa seconda zona, mentre di solito le parti più fastidiose sono quelle più sensibili.

Ecco come ho conosciuto la schiuma da barba Proraso rossa e perché la ritengo assolutamente unisex e la consiglio a tutte le amiche che usano il rasoio, soprattutto a quelle che hanno capito come funzionano in realtà la crescita e la struttura dei peli!