10 marzo 2012 h


Anniversario

Care ragazze,
oggi sarà il compleanno del blog, ancor più nel dettaglio potremmo dire l’anniversario del mio ingresso nel mondo delle recensioni cosmetiche, perché se Trucchi Svelati è il mio progetto più riuscito dietro ci sono stati anni di progetti che custodisco gelosamente nell’armadio dei ricordi e dei quali non vi ho mai parlato.
Il post di oggi sarà personale, probabilmente noioso, certamente un po’ emotivo, a tratti idiota.
Poi non dite che non vi avevo avvisate.

Prologo (nel quale vi dimostro che non sono nata ieri)

Ho avuto svariati blog, fin da giovanissima, devo aver incominciato con il primo intorno ai 12/13 anni. All’epoca mi iscrissi ad una sorta di primo, rudimentale, social network.
Il primissimo nickname era qualcosa legato al mio nome, ma anche una delle mie solite citazioni musicali: JuSka. Ero una ragazzina solare, ma iniziai ben presto a capire come girava il vento della comunicazione e, da questo fricchettone primo tentativo passai ad un primo rigurgito rock-adolescenziale: Ribelle Ribelle, colpa di David Bowie. Nessuno mi prendeva sul serio. Chissà perché.

Su Studenti.it, poi diventato Giovani, scrissi spesso riflessioni personali, poesie, brani tratti da testi letterari e canzoni. Dedicai tutta me stessa alla ricerca dell’altra, di quella che non si trova, di una preadolescenziale Autocoscienza, insomma. Naturalmente io la trovai, fu lei che mi perse negli anni a seguire.

Passai a Fotolog, alimentando la mia passione per la fotografia. Lì, dopo svariati nick, indossai per la prima volta il mio nome attuale: Desiderionero, per gli amici Des. Per l’amor del cielo non chiamatemi Desy: nonostante tutto, mi danno ancora sofferenza epatica gli eccessi di romanticismo.

Insomma da oltre dieci anni faccio la Blogger, da tre la Beauty Blogger: se dovesse nascere l’albo professionale domani io sarei iscritta di diritto. Qui ci starebbe una bella mossa da negra del ghetto, ma non sono ancora abbastanza brava da mostrarvi a parole quello scatto laterale della testa e del dito indice lato-lato e ritorno. Forse quando saranno venti o trent’anni ve lo potrò mostrare.

Cosa vuol dire essere Blogger (il succo della faccenda)

Essere Blogger, per me, ha sempre voluto dire essere un comunicatore: sociale, asociale, geniale, folle, banale, ripetitivo, zarro, camaleontico, falso, talmente reale da trasudare passione da ogni lettera battuta sulla tastiera del tanto amato pc. Comunicare perché non se ne può fare a meno, perché è uno splendido mezzo per condividere le proprie passioni. Essere Blogger vuol dire aver voglia, aver bisogno, avere urgenza di comunicare qualcosa.

Alla ricerca del lettore perfetto, del commento perfetto, della critica preziosa, dell’interpretazione coatta.
A volte è stato autolesionistico, per questo ho maturato l’idea che per essere Blogger occorrano una buona dose di autocritica ed una punta di sano narcisismo attivi come una pompa sodio-potassio nel cuore.

Così ad un certo punto ho scelto di iniziare a scrivere recensioni per comunicare qualcosa di utile, già che ero in ballo con tutta ‘sta smania di comunicare. All’inizio su un sito di recensioni di consumatori, pochi mesi dopo sull’ennesimo blog aperto per provare, che intitolai Trucchi Svelati, trovandomi ben presto a fare i conti con sedicenti maghi alla ricerca di trucchi magici.

“E ma qui non ci sono trucchi di magia!”
“No, ci sono recensioni cosmetiche.”
“Ah allora non mi serve, scusa”

(Conversazione tratta da una e-mail vera.)

Le prime recensioni erano un po’ rustiche, per la serie “chi vuol capire capisca” e buonanotte al secchio.
Lo ammetto: ci ho messo mesi a capire le regole fondamentali di questo Beauty-mondo. Mi sono presentata un po’ così, coi bigodini e la maschera verde in faccia, e mi sono ritrovata in un ambiente inizialmente meno flessibile e cangiante di quello cui ero abituata. I primi contatti in questo mondo sono stati fondamentali, non dimentico con che occhi sognanti all’inizio leggevo Passionexilmakeup o Alice in a new Wonderland, perché è ancora così…

Nella vita, nelle amicizie, negli amori e nelle collaborazioni ho sempre avuto le idee piuttosto chiare.
Chicuta e Polli, stupende persone ed eccellenti bloggers, si può dire che le abbia scoperte io.
Senza falsa modestia potremmo, quindi, parlare di me come di una BTS: Blogger Talent Scout!
(Sì, lo so, entro una settimana qualcuna mi avrà fregato l’idea…fa niente, sto accumulando il Karma di un Elefante per la mia prossima vita: sarò una Fashion Blogger!)

Epilogo (dove si scopre che non sono io la festeggiata)

Beh alla fine penso che in tutto il mio Caos Caso creativo il filo conduttore sia altro da me e lo sia sempre stato.
Sei tu, lettore.
Sei tu che alimenti il mio interesse per la novità, tu meriti il mio impegno e la mia buona fede. è a te che penso quando scrivo e quando fotografo, quando decido quali collaborazioni accettare o richiedere e perfino quando domando ad un’amica fidata di unirsi al “mio” Staff.

Quindi, a conti fatti: perché dovrebbe essere il “mio” anniversario, quando è il tuo?
Sono tre anni di recensioni e di impegno, tre anni di alti e bassi, siamo stati in tv e tu te ne sei accorto molto prima di me, insieme siamo andati a Londra, abbiamo vagliato tutte le proposte P/E ed A/I di svariati marchi. Ci siamo scambiati impressioni persino sui detergenti intimi! Ci siamo salvati letteralmente la pelle, a volte! Mi hai tenuto compagnia ed io l’ho tenuta a te, tu hai ascoltato ciò che avevo da dire e mi hai risposto. Sono stati tre anni bellissimi e ti devo proprio ringraziare.
Ah…
…e abbi pazienza con me, se a volte ti sembro un po’ idiota: fa parte della Comunicazione, fidati!,
è tutta una maschera.

Con amore, tua

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *