Guida alla scelta dello shampoo giusto per i propri capelli

Non è un mistero: esistono diverse tipologie di capelli e, pertanto, ciascuna di essa ha bisogno di essere trattata con i prodotti giusti. Ci sono, quindi, tante tipologie di shampoo, da utilizzare in base al tipo di capelli che si hanno e senza dimenticare di prendere in considerazione anche la cute. Spesso, infatti, il cuoio capelluto viene messo in secondo piano, sbagliando! Non è raro avere i capelli secchi e la cuoio capelluto grasso, ad esempio, così come non è raro che questo sia fortemente sensibile e, pertanto, da trattare con specifici prodotti.

Ogni tipologia di capello ha, quindi, le sue caratteristiche ed è utile conoscerle prima di decidere quali prodotti utilizzare sia per il lavaggio che per lo styling e per tutto il resto.

Il capello deve essere trattato come si deve: si deve, quindi, provvedere a dare la giusta dose di idratazione, a seconda che si tratti di capello grasso o secco, e si deve cercare di scegliere shampoo specifici per capelli ricci o lisci a seconda delle proprie esigenze.

Queste sono le basi per la scelta dello shampoo giusto!

La scelta dello shampoo giusto: linee guida e consigli

Il fine ultimo di ogni tipo di trattamento è quello di rendere visibilmente più sano e bello il capello. Tuttavia, questo fine non può essere raggiunto se non si scelgono i prodotti ideali per la propria chioma.

Un capello sano sta bene e tende a cadere molto meno facilmente. Scegliere, quindi, i prodotti migliori per la propria tipologia di capelli permette anche, in qualche modo, di andare ad arginar la caduta dei capelli. Per maggiori informazioni sulla caduta dei capelli v’invitiamo a prendere visione del blog di Stefano Rogora, esperto di tricologia e trapianto di capelli.

Prima di entrare nel vivo del discorso, andando a elencare tutti i parametri per una scelta ottimale, si deve capire perché lo shampoo è importante. Questo ha il compito di detergere capelli e cuoio capelluto e deve sempre essere scelto proprio in base a quelle che sono le esigenze specifiche. Uno shampoo sbagliato, così come ogni altro prodotto, a lungo andare potrebbero ledere quella che è la struttura del capello e, pertanto, si deve effettuare una scelta specifica e consapevole. Non è possibile utilizzare lo stesso shampoo su capelli grassi e su capelli secchi, su capelli lisci e su capelli ricci: la struttura di questi capelli ha bisogno di prodotti specifici, che vadano ad assecondarne la natura, rendendo il tutto sano oltre che pulito.

Le varie tipologie di shampoo esistenti

Risulta necessario iniziare a fare una distinzione di non poco conto. Si deve sottolineare che ci sono degli shampoo classici e quelli che vengono, invece, definiti gli shampoo curativi.

Come detto, lo shampoo classico va scelto in base alla tipologia di capello. È estremamente importante capire come fare ad avere capelli perfetti e sani e questo è possibile solo se si incomincia con la scelta dei giusti prodotti da utilizzare.

Con gli shampoo curativi, invece, il discorso è un po’ differente. Tra questi, i più gettonati sono i cosiddetti shampoo anti-caduta. La perdita dei capelli è un qualcosa che spaventa non poco e il perché è semplice da spiegare. Perdere i propri capelli e, in casi estremi, essere calvi ha delle ripercussioni anche sull’aspetto psicologico e sulla vita sociale.

La domanda, però, è se questa tipologia di shampoo funziona o meno. La risposta è complessa, ma si deve sempre sottolineare che, in caso di calvizie, solo il trapianto di capelli può essere effettivamente efficace e definitivo. Pertanto, se si soffre di alopecia, si possono sì utilizzare dei prodotti topici specifici, ma è altresì utile parlare con uno specialista per valutare tutte le ipotesi, tra cui quella del trapianto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *