Trucchi per uno smalto semipermanente che dura più a lungo

Unghie, curiamo il look!

Le donne italiane sono, a livello globale, quelle che più nutrono una vera e propria predilezione per lo smalto semi-permanente.
A tal proposito, è necessario e indispensabile conoscere le modalità e i trucchi per poterne preservare integrità e bellezza, in un lasso di tempo il più possibile prolungato.

Il trattamento dello smalto semi-permanente, meno complicato da applicare rispetto al gel o al metodo della ricostruzione, costituisce un sistema adatto e funzionale per coloro che, per vari motivi, è usualmente abituata a mantenere le unghie corte.
Proprio per questo, conseguenza logica e naturale è la propensione delle donne a cambiare molto spesso il look delle proprie unghie.

Come far durare di più lo smalto semi-permanente?

Per le caratteristiche di composizione, lo smalto semi-permanente possiede già una durata superiore a quella di altre tipologie di smalto o gel.
Tuttavia, esistono trucchi che, se seguiti alla lettera, sono in grado di far durare tale smalto ancora più a lungo, donando alle proprie unghie lucentezza e bellezza invariate. Metodi che, è utile ricordarlo, costituiscono anche un ottimo stratagemma per risparmiare un po’ di soldini, ritardando il più possibile noiose e lunghe sedute dall’estetista.

Primo metodo da menzionare è quello di applicare un top coat, successivamente alla seduta dall’estetista, ripetendo tale operazione almeno una volta a settimana. Questo prodotto, oltre che donare una maggiore lucentezza alle unghie, svolge una funzione protettiva, preservandole da quelli che potrebbero rivelarsi agenti esterno dannosi, come detersivi, sapone, prodotti chimici e polvere.

Non solo agenti chimici, però: il top coat, rendendo le unghie più resistenti, protegge queste ultime anche da agenti fisici, come l’urto con i tasti del PC, soprattutto per chi lo utilizza di frequente.

Un escamotage che l’estetista compie spesso è quello di applicare lo smalto con il pennellino, passandolo anche nella superficie esterna dell’unghia. Gesto, questo, molto utile a donare resistenza allo smalto, che altrimenti si sfalderà non appena le unghie verranno limate o accorciate, anche in misura minima.

Sembrerà banale, ma anche l’utilizzo dei guanti aiuta molto. Solitamente, sono protezioni di utilizzo quotidiano, che trovano espressione e applicazione nelle più disparate occasioni, dal lavaggio dei piatti al bucato, dalle pulizie casalinghe a differenti lavori manuali. Dopo l’applicazione dello smalto semi-permanente, infatti, si suggerisce di usare i guanti che, un po’ come il top coat, proteggono le unghie da eventuali urti o sollecitazioni derivanti da agenti chimici e donano morbidezza alle mani, una manna dal cielo per le proprie unghie.

Un’azione dannosa è poi quella di versare qualsiasi prodotto da manicure sulla superficie delle cuticole. Una misura che, oltre a non rendere affatto più attraenti le unghie, si rivela assolutamente poco intelligente e lungimirante. Semplicemente perché, nel caso di un olio, ad esempio, applicarlo sulla cuticola gli permetterebbe di penetrare sotto lo smalto, provocando così un effetto visivo ed estetico per nulla piacevole.

Per quanto riguarda le mode, in molti casi seguirle potrebbe rivelarsi controproducenti. È il caso delle unghie che, contrariamente alle tendenze che le vorrebbero ornate di motivi dall’aspetto tondeggiante, dovrebbero invece essere decorate con disegni tendenti al quadrangolare, che le renderebbero così più forti e, di conseguenza, più resistenti alle sollecitazioni.

Altro componente nemico della bellezza delle unghie è l’acqua. Proprio per questo, prassi consolidata, è applicare, prima dello smalto, prodotti in grado di seccare maggiormente le unghie, permettendo quindi allo smalto di aderire maggiormente e durare ancora di più.
Evitare quindi di metterle a mollo potrebbe rappresentare un valido ed efficace punto di partenza.

Ultimo fattore da prendere in considerazione è la ricrescita dell’unghia. Ogni volta che, imperterrita, la lunetta della ricrescita tende a ripresentarsi, è sufficiente nasconderla applicando su questa dello smalto e del top coat. Questo, oltre che ritardare notevolmente la prossima seduta dalla propria estetista, dona nuovo vigore, nuova bellezza ed un aspetto del tutto nuovo ad unghie che, da particolare estetico del tutto trascurabile, sono diventate soggetto e oggetto di glamour e di originalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *