Calcio, Roma-Udinese: Pierpaolo Marino “Il fallo di mano sul rigore non l’ha visto nessuno”

Dopo il pareggio della partita Udinese-Roma, il direttore sportivo Pierpaolo Marino riguardo in quanto è accaduto sul rigore, ha avuto da ridire con le sue parole: “Sul rigore dalle immagini non ho visto un fallo di mano ma dopotutto non l’ha visto nessuno”. Per chi ama voler puntare del denaro nel mondo dello sport, campionati o avere la possibilità di prendere anche dei bonus per le scommesse, c’è l’oppurtunità anche di aprire un account o entrare direttamente dall’app mobile con tutte le comodità. Inoltre, per avere maggiori informazioni sulle promozioni o come fare per puntare sullo sport clicca qui. 

Le parole di Pierpaolo Marino

Dopo la gara, in un’intervista con rabbia Pierpaolo Marino, ha dichiarato: ” Nelle immagini io non ho visto niente, da dove viene battuta la punizione prima del calcio di rigore? Per avere dei capelli perfetti e sempre in ordine, c’è il modo per sapere come scegliere i prodotti giusti per la cura della chioma, quindi una necessità a cui non si può rinunciare, che per saperne di pù a riguardo si può accedere in questo sito. Inoltre, era 15 metri indietro, e il fallo c’è stato prima, dopotutto l’Udinese volendo, ha subito solo un torto. Ma noi comunque siamo i vincitori della partita, abbiamo giocato bene e nello stesso tempo anche i numeri parlano poi. Tuttavia, c’è da dire che il signor Marelli non fa parte dell’Aia e da opinioni a dir poco contrastanti con la realtà. Con Di Bello abbiamo perso  9 volte di fila e quindi allo stesso modo siamo sfortunati, dopotutto neanche un allenatore scarso ti fa perdere per 9 volte con 9 partite!”. noltre Pierpaolo Marino, parlando di Luca Marelli, commenta ancora ai microfoni: ” Luca Marelli, è solo un ex arbitro e il suo giudizio lascia il tempo che trova. Qui non c’è nessun fallo di mano evidente, quindi non capisco. Forse, Luca Marelli da opinioni proprio che non ridanno, ed io oltretutto posso dire che vedo in modo molto differente da lui”.

Com’è andata veramente ?

Un episodio che nel finale del match Udinese-Roma, cambia la sorte , dove i giallorossi dopotutto pareggiano. Ma tutto è nato tra Zeegelaar e Shomurodov su di un fallo di mano, ma cosa è successo realmente? Di qui, l’arbitro assegna il rigore che su undici metri realizza Pellegrini, dove c’è il pugno del giocatore difensore contende il pallone all’uzbeko, che poi costa caro alla squadra dell’Udinese. In effetti in seguito, s è sentito dire da parte di Di Bello e la moviola: ” Molto bravo il ragazzo, aiutato dall’assistente numero uno, Meli, inoltre, non era facile però pizzicare il tocco di mano di Zeegelaar. In effetti Shomurodov la stoppa di petto, Zeegelaar tocca con la mano sinistra la palla che cambia in seguito direzione, acquistando velocità e allontanandosi da Shomurodov.” Effettivamente poi Pierpaolo Marino ha aggiunto: “ Come si fa a dire poi che il rigore è netto e fare i complimenti a Di Bello se la punizione è di 15 metri dopo quel fallo? E’ pura irregolarità, e poi la partita poteva chiudersi con un bel 2-0 perchè avevamo controllo lì. Non dico altro, ma qui l’Udinese la meritava una vincita poichè ha giocato benissimo, ma comunque la squadra  non si fermerà qui. Adesso siamo molto amareggiati per certi commenti”.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Post