Le Interviste BIO in doppio: Detergente alla malva - Fitocose -


Ciao ragazze/i,
oggi altro appuntamento de Le Interviste BIO, questa volta in doppio, quindi avremo pareri di due persone diverse sullo stesso prodotto.
Anche questa "puntata" è dedicata ad un trattamento specifico per la forfora con prurito persistente: il Detergente alla malva per viso e capelli di Fitocose, che potete trovare cliccando sulla sezione dei Curativi-pelle seborroica con forfora.








A dire la propria su questo prodotto, rispondendo alle stesse domande, saranno il mio moroso Luca, e la mia amica Serena.
Facciamo questo appuntamento in doppio perchè la gestione del Detegente alla malva, a mio avviso, non è immediata perchè va utilizzato sui capelli asciutti, e va da sè che ci siano enormi differenze pratiche tra l'applicazione su capelli molto corti, nel nostro caso Luca, e su capelli lunghi e mossi, nel nostro caso Serena.
Entrambi gli intervistati soffrono di forfora da tempo e dopo svariati tentativi con diversi prodotti tradizionali hanno deciso di rivolgersi alla cosmesi ecobio: della serie "le abbiamo provate tutte, tentiamo anche questa".
La loro scelta è ricaduta sul Detergente alla malva di Fitocose che è un prodotto "liquido dermopurificante a base di mucillagini di malva e sostanze detergenti di derivazione vegetale (da amido e olio di cocco), indicato per la pulizia quotidiana della pelle seborroica e desquamante e dei capelli untuosi con prurito e forfora persistente" (dal sito fitocose.it).

Reperibilità: click!
Prezzo: € 6,87 per 125 ml
INCI: Aqua, Aloe barbadensis gel*, Lauryl glucoside, Disodium cocopolyglucoside citrate, Sodium lauroyl glutamate, Decyl glucoside, Malva sylvestris extract*, Piroctone olamine, Potassium sorbate, Citric acid, Mentha piperita oil*, Limonene

* da agricoltura biologica



Per non rendere questo post troppo lungo e noioso, siccome la causa della forfora di Luca è diversa da quella di Serena, l'intervista sarà preceduta dalla descrizione breve ed esaustiva della problematica individuale dei nostri intervistati; seguiranno le domande e in azzurro le risposte di Luca, mentre in rosa le risposte di Serena.
L'intento è far capire l'efficacia di questo prodotto, esponendo le differenti esigenze dei nostri intervistati e i risultati da loro ottenuti dopo l'utilizzo di più di una confezione di questo prodotto.
Ci auguriamo di potere essere utili a chiunque ritrovi se stesso o amici, fidanzati e parenti nella situazione di Luca o Serena e che questo appuntamento de Le Interviste BIO in doppio possa esservi doppiamente utile :)
 
Luca

Come abbiamo già detto in post precedenti, la forfora di Luca è dovuta ad una dermatite atopica cronica, presumibilmente su base allergica.
I capelli e la pelle non sono grassi, ma normali e la cute in generale è molto sensibile.
Sul cuoio capelluto questo si riflette nella formazione di zone rosse in rilievo molto secche che prudono (simili ad arsura), con comparsa di forfora principalmente su nuca e, talvolta, collo.
Sul viso ci sono delle zone secche circolari abbastanza piccole, principalmente su guance, sopracciglia, sotto il collo e parte alta degli zigomi, che non prudono, se non dopo la rasatura, ma desquamano.
Luca porta i capelli corti e abbiamo notato evidenti miglioramenti quando li rasa a spazzola: il sudore provocato dai capelli più lunghi peggiora la dermatite.
Luca sta imparando pian piano ad usare i prodotti ecobio, utilizza già il deodorante con soddisfazione e ha comprato due volte il prodotto oggetto di questo post per usarlo come detergente viso e capelli, ma per adesso non ha trovato beneficio con nulla che non sia cortisone in pomata.



Serena

Serena ha i capelli lunghi, mossi e tendenti al grasso e soffre di forfora da stress dovuta ad un intenso prurito che si acquisce nei momenti difficili (esami, tirocinio ecc...).
In questi periodi, il prurito interessa un po' tutta la testa, specie alcune zone dove la cute forma delle irregolarità (attaccatura dei capelli vicino alla fronte e vicino al collo); la diretta conseguenza è la desquamazione e talvolta, il superficiale sanguinamento con la formazione di croste.
Finora ha trovato beneficio con il prodotto da farmacia Kelual Zinc (click!), che essendo a base di zinco e alcol, cessa il prurito e secca la forfora; il problema di questo trattamento, a parte l'INCI aggressivo, è che sporca i capelli e stacca la forfora a scaglie grandi.
Serena  si interessa di INCI e si è scoperta, di recente, sempre più innamorata della cosmesi ecobio: sui capelli ormai il suo passaggio è completo, quindi ha già passato il momento critico dove la cute e il capello stesso si devono abituare a prodotti diversi.
Usa il Detergente alla malva solo ed esclusivamente sui capelli e ha fatto una ricerca sugli attivi che rendono "speciale" questo detergente rispetto agli altri prodotti Fitocose specifici per la forfora; vi riporto le sue parole:

"Il piroctone olamine è l'attivo antiforfora usato da Fitocose nei suoi prodotti specifici per questo problema (insieme all'onnipresente aloe); ma ciò che rende unico questo detergente è la presenza delle mucillagini di malva che hanno un effetto lenitivo, emolliente ed antinfiammatorio.
Le mucillagini combattono la pelle secca ovvero il cuoio capelluto desquamante che causa forfora, idratando senza ungere; ecco che grazie al nutrimento conferito da queste e all'azione del piroctone olamine, viene mantenuto l'equilibrio idrolipidico su un cuoio capelluto a tendenza grassa e con forfora".




  • Descrivi i pro di questo prodotto
L: Buon detergente viso, formula delicata

S: Capacità lavante, consistenza ed efficacia, efficacia, efficacia! 
  • Descrivi i contro di questo prodotto
L: Fa poca schiuma, non lava abbastanza i capelli, ha una applicazione difficile, ne va usata una quantità troppo abbondante 

S: Costa un po' troppo per la sua quantità 
  • Complessivamente il tuo giudizio è positivo o negativo? 
L: Per quanto riguarda l'utilizzo di questo prodotto come shampoo il mio giudizio è negativo, mentre per il suo uso come detergente viso è abbastanza buono 

S: Molto positivo 
  • Lo shampoo ha ridotto il prurito e la formazione della forfora?
L: No, e non ho visto nessun miglioramento 

S: Il prurito e la forfora, ad oggi, sono spariti
  • Pensi che ricomprerai questo prodotto?
L: Non penso che riacquisterò questo prodotto per usarlo come shampoo 

S: E' già la terza volta che lo ricompro
  • Ha un buon profumo?
L: E' molto delicato

S: Si molto, è delicato e piacevole
  • Lava bene i capelli o li sgrassa troppo o troppo poco?
L: Sgrassa troppo poco, inoltre ne va sprecato parecchio.

S: Ha un buon potere lavante perchè la sua formulazione comprende tensioattivi delicati ma che lavano (glucosidi e sarcosinato), diversi da quelli contenuti negli altro shampoo Fitocose che non mi piacciono
  • Consiglieresti questo prodotto?
L: Come shampoo no di certo, mentre come detergente viso si, in alternativa ad una saponetta tradizionale.

S: Per chi, come me, ha un problema di forfora causato dall'uso di prodotti aggressivi, direi assolutamenti si, tuttavia penso che anche chi soffre di un altro tipo di forfora (dermatite seborroica) debba dare a questo prodotto una chance.
  • Hai trovato miglioramenti rispetto a quando usavi shampoo della grande distribuzione (Clear)?
L: Per adesso non riesco a rispondere, perchè non ho abbastanza esperienza con i prodotti ecobio.

S: Assolutamente si! Finora gli shampoo della grande distribuzione non hanno fatto altro che peggiorarmi la situazione (compreso uno shampoo di Omnia Botanica) per i loro tensioattivi mal bilanciati e per i siliconi.
  • Che differenze hai notato durante o dopo l'utilizzo di questo detergente rispetto ad altri che hai provato in passato?
L: Ho notato che è più difficile da usare, che ha una consistenza più liquida e che fa meno schiuma e questo fa si che per me non sia il prodotto ideale.
 
S: Ho notato che questo detergente antiforfora è realmente efficace!
Se mi tornasse la forfora sarebbe solo causa dello stress e non dello shampoo.
  • Pensi che utilizzare prodotti con INCI migliore possa aiutare a risolvere il tuo problema?
L: Si.

S: Assolutamente si! Non si può combattere la forfora con sostanze troppo aggressive.
  • Ti lavi sempre i capelli con questo prodotto? Se si, quante volte a settimana?
L: Prima si, adesso che ho esaurito la seconda confezione e ho visto che con me non funziona non lo uso più in tutti i lavaggi. 
Mi lavo i capelli 2-3 volte a settimana.

S: Si, due volte a settimana.
  • Hai ridotto il numero dei lavaggi?
L: No.

S: No, rimango sempre sui tre giorni massimo, ma arrivo al termine con i capelli molto meno sporchi di prima.
  • Descrivi con precisione come usi nella pratica questo prodotto: 
L: Applico una noce di circa 5 cm di diametro sulla mano, la distribuisco su tutti i capelli asciutti e massaggio finchè il prodotto non si asciuga.
Dopo, sotto la doccia risciacquo con semplice acqua senza applicare nessun altro prodotto detergente sui capelli.
Ho fatto dei tentativi utilizzando il prodotto sui capelli bagnati, direttamente sotto la doccia, ma l'applicazione mi è risultata complessa e l'effetto sui capelli non mi piaceva.
Purtroppo, questo prodotto non ha sortito effetti positivi su di me.

S: L'applicazione asciutta per chi ha i capelli lunghi potrebbe risultare complicata e soprattutto controproducente perchè se si dovesse lavare tutta la testa con questo prodotto, i pochi 125 ml volerebbero via in due settimane!
Per un po' di tempo ho applicato circa un cucchiaio di detergente con le dita, poco alla volta, solo ed esclusivamente sul cuoio capelluto, massaggiando per circa 20 minuti; in seguito, nella doccia sciacquavo tutto con acqua e facevo un altro lavaggio con lo Shampoo al Tè verde di Fitocose (che non è antiforfora e ha tensioattivi più lavanti) per detergere anche il resto dei capelli.
Purtroppo, questo metodo richiede molto tempo e nelle situazioni in cui ero di fretta finivo per non usare questo detergente ma solo lo Shampoo al tè verde e il risultato era il ritorno inesorabile della forfora.
Allora ho pensato di comprare lo Shampoo antiforfora al propolis di Fitocose da usare diluito, su tutti i capelli, nel primo lavaggio, e il detergente alla malva diluito, sempre su tutti i capelli, per il secondo lavaggio.
In questo modo, mi assicuro che le proprietà della malva rimangano sulla cute, senza essere lavate via dal successivo lavaggio con lo shampoo.


Eccoci qua, abbiamo finito!
Da questa intervista si può desumere che questo prodotto è specifico ed efficace per combattere la forfora con prurito persistente su capelli e cute grassa, è invece meno adatto per un cuoio capelluto secco/normale con dermatite atopica.


Spero di esservi stata utile




 

Des su Instagram

Licensing

Licenza Creative Commons
Trucchi Svelati reviews, makeup and more blog by Des is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.trucchisvelati.it


I diritti d'autore sulla grafica del banner sono riservati e non è pertanto possibile redistribuire, pubblicare, o modificare la grafica senza il consenso scritto dell'autrice.
Per informazioni contattare des@trucchisvelati.it
Ebuzzing - Top dei blog - BellezzaEasy Google PR CheckFollow on Bloglovin

Non sai come iscriverti a Bloglovin'?
Te lo spieghiamo noi in 5 passi!

Analytics