I detersivi ecologici: una forma di rispetto per l'ambiente


Ciao ragazze/i,
eccomi tornata con un post un po' diverso dal solito in quanto non tratta di prodotti specifici o di cosmesi. ma è comunque in linea con la nostra "filosofia ecobio" intesa logicamente come modo consapevole di scegliere, di acquistare certi prodotti piuttosto che altri e di agire in un modo piuttosto che in un altro.

Volevo parlarvi dell'importanza della scelta dei detersivi per la casa in merito ad una lezione di un corso molto interessante che ho seguito qualche settimana fa in università che trattava della depurazione delle acque reflue.
Le persone che come me abitano in una località costiera sanno quanto sia importante da anni il problema dell'inquinamento marino derivante dagli scarichi cittadini e industriali; per quanto riguarda le industrie in Italia, per fortuna, le regole sono abbastanza ferree pena la chiusura dell'attività, quindi gli imprenditori sono obbligati a smaltire i rifiuti in modo corretto... ma cosa accade ai nostri scarichi?

Innanzitutto c'è da dire che i nostri rifiuti sono organici (scarichi fognari) e sintetici (lavatrice, lavastoviglie e lavandini) e quindi i ricercatori hanno dovuto trovare un metodo per lo smaltimento corretto di tali sostanze evitando l'alterazione della flora e della fauna marina che in questo periodo dell'anno si traduce in "Divieto di balneazione" che non piace affatto ai commercianti che vivono di turismo.
Dopo molti anni di studi, progetti, attesa di approvazione e soprattutto tentativi si è arrivati ad una scoperta secondo me fenomenale di una struttura innovativa atta a questo scopo!
Tale struttura ha grosso modo la forma di un parallelepipedo, è costituita da basi di cemento e da un filtro, non ha praticamente impatto sull'ambiente e viene posizionata in corrispondenza della bocca di uscita del tubo di scarico sul fondale marino.
Questo macchinario ha due funzioni:
  1. Filtrazione dell'acqua di scarico: l'acqua che esce dal tubo sul fondale risale spontaneamente verso la superficie quindi si immette da sola all'interno del filtro della struttura, in questo modo si  favorisce il rimescolamento delle acque e si impedisce la risalita verso l'alto del refluo
  2. Richiamo per la microfauna marina: la struttura in cemento diventa substrato per molluschi, alghe e spugne che richiamano vaste popolazioni di pesci, molluschi e batteri
Il rimescolamento di acqua dolce (scarico) e salata (mare) che si viene a creare nel filtro ha permesso lo sviluppo di una biodiversità microbica fortemente eterogenea e la diluizione di quello che è il materiale di scarto.
La popolazione eterogenea che si viene a creare nella struttura e nei suoi dintorni ha permesso l'instaurarsi di una vera e propria catena alimentare e la componenete microbica in particolare trasforma in biomassa ovvero energia gli scarti del refluo, quindi non avviene un accumulo scorretto di materiale bensì una reale bioconversione!
Questo è ancora in fase di sperimentazione perchè si deve ovviare ad una serie di problemi che riguardano l'attendibilità dei test da effettuare sulla terraferma per valutare periodicamente il funzionamento di questa struttura e si sta cercando uno strumento che renda fruibile un approccio nuovo alla depurazione del refluo.
Come vedete i batteri, anche in questo caso, ci vengono in aiuto...
Sapere che si stanno provando approcci di questo tipo finalizzati a trovare una mediazione tra necessità umane e rispetto della natura è importante secondo me e lo è altrettanto cercare di fare caso non solo a ciò che ci mettiamo sulla pelle ma anche a ciò che poi finisce in mare con gli scarichi di lavatrice, lavastoviglie e lavandino.
Spesso ho guardato su siti ecobio che vendono anche prodotti per la pulizia della casa, ma i prezzi erano spesso troppo alti e questo fa a pugni con l'equilibrio economico di una famiglia media, ma se ci si guarda intorno qualche alternativa si trova ;)
A tal proposito volevo segnalarvi due marche che per ora ho scovato:
  • Viviverde Coop: è una linea di prodotti venduti in tutte le Coop e Ipercoop molto ampia che spazia dagli alimenti ai prodotti per la casa ai prodotti da cartoleria che si occupa di rispettare l'ambiente e promuovere l'agricoltura biologica! Ho già provato: detersivo per piatti (€ 1.29 per 1250 ml), detersivo per lavastoviglie in pastiglie (€ 2,24 per 20 pastiglie), penne biro blu (1,99 per 5-6 penne), evidenziatori (€ 2 o 3 per 4 evidenziatori). Come potete vedere il prezzo è uguale se non inferiore a quello delle altre marche in commercio e i detersivi sono fatti con tensioattivi ad alto grado di biodegradabilità quindi a impatto minimo sull'acqua e sulle forme di vita (certificati Ecolabel dell'UE) e i flaconi sono fatti per il 50% di materiale riciclato, mentre gli articoli da cartoleria sono fatti di materiale riciclato per una buona percentuale
  • Winnie's: linea di prodotti per la casa venduta da Ipersoap fatti con tensioattivi di origine vegetale riutilizzabili dai microrganismi marini, non sono testati su animali e sono nickel tested! Per adesso ho comprato solo l'ammorbidente concentrato che devo ancora testare (in offerta a € 1,30 per 27 lavaggi)
Io direi che vale la pena se non altro provare, non comporta nessuna fatica se non quella di alzare il braccio e prendere un altro prodotto sullo scaffale del supermercato, perchè come avete visto i prezzi sono decisamente buoni!
Esistono detersivi ecologici migliori sicuramente e so che alcune persone lavano gli indumenti con noci particolari, ma questo spesso non è alla portata di tutti e può risultare complicato per molti, il compromesso può consistere nell'approfittare di queste linee che sono vendute nella grande distribuzione e sono uguali nell'utilizzo e nell'aspetto ai prodotti tradizionali :)

Spero di esservi stata utile,
fateci sapere le vostre opinioni ed esperienze in merito, se l'argomento vi interessa e se avete altre linee o marche facilmente reperibili (anche on-line) a prezzi onesti!


 

Des su Instagram

Licensing

Licenza Creative Commons
Trucchi Svelati reviews, makeup and more blog by Des is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.trucchisvelati.it


I diritti d'autore sulla grafica del banner sono riservati e non è pertanto possibile redistribuire, pubblicare, o modificare la grafica senza il consenso scritto dell'autrice.
Per informazioni contattare des@trucchisvelati.it
Ebuzzing - Top dei blog - BellezzaEasy Google PR CheckFollow on Bloglovin

Non sai come iscriverti a Bloglovin'?
Te lo spieghiamo noi in 5 passi!

Analytics