biancheria-per-la-casa

Biancheria per la casa: consigli per conservarla al meglio

La biancheria per la casa è un elemento indispensabile in qualunque abitazione. Asciugamani, accappatoi, lenzuola, federe, trapunte, tovaglie e molto altro ancora, ricoprono un ruolo fondamentale nella nostra vita di tutti i giorni.

La biancheria per la casa è suddivisa in:

  • Biancheria per il letto;
  • Biancheria per il bagno;
  • Biancheria per la cucina.

Oltre a rendere più funzionale la camera da letto, il bagno, la cucina o qualsiasi altro ambiente domestico, la biancheria per la casa è uno degli elementi che maggiormente concorre a determinare lo stile di una casa.

A seconda dei colori, della fantasia o degli accostamenti, la biancheria da casa può diventare un vero e proprio complemento d’arredo, in grado di abbellire con eleganza e originalità ogni stanza della nostra casa.

Biancheria per la casa: cosa non può mancare

La scelta della biancheria casa, dalla camera da letto alla zona living, è molto importante non solo per l’aspetto ma anche per la vivibilità di un certo ambiente. Un tempo c’era il corredo tramandato dalle nonne, oggi, quando si decide di mettere su casa, bisogna saper scegliere i tessili giusti, in termini di stile, qualità e praticità. Dalle lenzuola alla biancheria da bagno, ci sono  alcuni indispensabili di biancheria casa di cui non puoi proprio fare a meno.

Per la camera da letto: 

  • 2 coprimaterasso per ogni letto;
  • 2 fodere protettive per ogni guanciale;
  • 2/3 parure di lenzuola in cotone per ogni letto;
  • 2/3 set copripiumino per ogni letto;
  • Un piumino, una trapunta, un copriletto e un plaid per ogni letto.

Per la cucina:

  • Tovagliette americane;
  • grembiuli; strofinacci;
  • 2 o più tovaglie con tovaglioli quotidiane;
  • 1 tovaglia buona per occasioni eleganti;
  • guanti e presine.

Per il bagno: 

  • 2/3 set di asciugamani (viso-mani, bidet e telo bagno) per ciascun componente della famiglia;
  • 1 accappatoio per ciascuno;
  • 2/3 set tappetini doccia-lavandino;
  • 1 set di lavette per gli ospiti.

Come organizzare l’armadio della biancheria per la casa

La biancheria per la casa va accuratamente organizzata e tenuta in ordine, possibilmente all’interno di appositi armadi, in modo da ridurre gli ingombri e per essere sempre a portata di mano al momento del bisogno. Se in casa hai poco spazio, puoi riporre la biancheria sia del bagno che da letto all’interno di un unico armadio oppure sono assai comodi anche i vani sotto il letto, ma evitate i cassetti perché lenzuola, coperte e asciugamani hanno un certo ingombro.

 Per organizzare al meglio l’armadio della biancheria:

  • Dividere i capi per categoria e riporli secondo un criterio preciso;
  • Arrotolare gli asciugamani per ottimizzare lo spazio;
  • Piegare e conservare insieme lenzuola e federe in coordinato;
  • Utilizzare scatole contenitore trasparenti;
  • Riporre a vista la biancheria per la stagione in corso e nei ripiani alti quella che non serve.

Proteggere e conservare la biancheria per la casa

Polvere, eccesso di umidità e le tarme, sono in nemici numero uno della nostra biancheria. Dedicandole una cura adeguata, avrete una biancheria casa sempre in perfetto stato, evitando che si danneggi in modo irreparabile. Soprattutto nel cambio di stagione, ma anche periodicamente, una pulizia approfondita di tutti gli armadi e i cassetti che contengono la nostra biancheria è un perfetto sistema di protezione dei capi, che evita il proliferare di insetti, polvere e muffe che possono danneggiarli.

Cosa ti serve per proteggere la biancheria casa:

–          Spray pulitore armadi e cassetti;
–          Gessetti, foglietti o Sacchetti di fiori secchi profumati;
–          Olio essenziale alla lavanda;
–          Silica gel anti-umidità;
–          Anti-tarme.

La biancheria è un complemento d’arredo irrinunciabile, che dà stile carattere ad una casa, rivelando tanto di chi ci vive. Nello shop online di Baronionline.it puoi trovare un vasto assortimento di biancheria casa per arredare ogni angolo della tua abitazione.

 

I look e i make up per le tifose di calcio

In piena sintonia con le ultime tendenze in fatto di make up anche nel mondo del calcio e per le tifose più agguerrite arrivano consigli e voghe per essere sempre impeccabili anche sulle gradinate della Serie A, qui disponibile, a incitare la propria squadra del cuore ogni maledetta domenica. La popolarità del calcio investe anche l’universo femminile non più limitandosi all’interesse per i campionati mondiali o europei ma diventa viscerale, di fede e di appartenenza anche ai club e anche la nostra serie A è esempio nitido del fatto che il calcio non è un gioco che appassiona solo il popolo maschile ma che sempre più si espande tra gli interessi e gli hobby del girl power. La presenza femminile non passa certo inosservata grazie all’estro nel trucco e nei gadget scelti per incitare la propria squadra, qui vediamo alcune delle ultime tendenze per ispirarti nel tuo prossimo impegno da supporter e in quello più importante di abbattere una volta per tutte questi stupidi e sterili pregiudizi.

Le coroncine di fiori

Da acquistare o con un bel fai da te, tra le ultime tendenze, in stile snapchat o instagram, sembrano immancabili in ogni occasione le coroncine di fiori. Belle, allegre, leggere, divertenti, sono ideali da sfoggiare anche allo stadio, ovviamente, indirizzando i colori dei fiori ai colori della fede calcistica.

Il make up

Sulle gote la riproduzione delle bandiere o i colori sociali dei propri club: questo è l’evergreen in tema di make up e stadio. Se questo non dovesse bastare si può aggiungere del rossetto sulle labbra dei colori che richiamano sempre ai colori sociali della squadra del cuore per un infallibile make up da tifose in cui sarà possibile anche osare con l’aggiunta di glitter e contorni pronunciati.

La Nail Art

Qui entra il campo la moda, l’estro e la fantasia di ogni tifosa di calcio. A partite dagli smalti semplici e colorati sempre per richiamare la fede e rirprodurre sulle proprie unghie i colori delle bandiere o delle magli della squadra del cuore, per arrivare, per le più estrose e brave e soprattutto per quelle che hanno più pazienza (!) a riprodurre gli stemmi della propria squadra del cuore, il simbolo della città che rappresentano, una caricatura che richiami il beniamino della squadra e tanto altro ancora.,

Gli accessori

Immancabili poi gli accessori per completare il look. Non solo make-up quindi, ma anche occhiali da sole, magari in fogge e colori che richiamano ovviamente quelli della squadra, ma anche cerchietti per capelli divertenti, berretti sportivi, o per le più nostalgiche, un tuffo nel folklore della propria città con copricapo ad hoc che guardano alla tradizione. Insomma, per quanto riguarda gli accessori gli unici veri must sono la fantasia e la libertà di sbizzarrirvi in modo da rinnovare volta dopo volta, e match dopo match, il look che risulterà sempre innovativo e fantasioso, almeno in questo garantiamo la vittoria!

 

Sognare un serpente

Se siete soliti fare sogni che hanno come protagonisti gli animali, di certo vi sarà capitato in più un’occasione di avere a che fare, nel vostro subconscio onirico, con dei serpenti. Esatto, i rettili striscianti, riprovevoli per i più, in grado di generare ribrezzo, possono popolare i propri sogni, senza per forza di cosa avere un significato negativo. Ma cosa significa quindi sognare un serpente?

 

Quello che dicono gli psicanalisti

Secondo la moderna interpretazione dei sogni, il serpente, animali strisciante ammaliante, è ricollegabile direttamente al concetto di peccato, lussuria e inganno. Un trittico di significati molto denso, interpretato in modo diverso dagli psicanalisti che si occupano o si sono occupati di sogni e loro interpretazione. Non è un caso che Freud ci abbia assegnato l’immagine dell’organo sessuale maschile, mentre il più “moderato” Jung vede il serpente come l’ago della bilancia tra il bene ed il male, tra ciò che è lecito e ciò che non lo è. Insomma, le interpretazioni che è possibile associare a questo sogno sono molteplici, ecco di seguito alcuni casi particolari, che è possibile analizzare meglio sfruttando tutto il contesto del sogno.

 

Esempi di sogni

Se ci troviamo, ad esempio, a sognare di essere morsi da un serpente, significa che presto o tardi potremmo andare incontro ad un imprevisto, un evento che potrebbe metterci i bastoni tra le ruote nella strada che porta al raggiungimento di un obiettivo. Potrebbe anche indicare qualche difficoltà di troppo nei rapporti con una persona alla quale teniamo particolarmente. Sognare un serpente che striscia e ci insegue, significa che c’è un pericolo serio dietro l’angolo, del quale non ci siamo accorti o non ci curiamo particolarmente. Potrebbe essere il tradimento di un collega o di una persona cara, dalla quale mai ci aspetteremmo un simile atteggiamento.

 

Altri sogni caso

Se nel nostro sogno vediamo tanti serpenti, uno sopra all’altro, come in una massa informe, significa che siamo delle persone profondamente diffidenti. Diffidenti nei confronti delle altre persone. Nessuno vi ispira fiducia e fate immensa fatica ad instaurare un rapporto serie con gli altri. Si tratta di un limite al quale non riuscite a porre un freno che vi ostacola in modo deleterio nella vostra quotidianità. Se i serpenti vi strisciano addosso, sul corpo, significa che avete un desiderio represso, siete in astinenza da tempo e avete bisogno di sfogare il prima possibile i vostri impulsi sessuali. Se nel sogno il serpente cambia pelle, invece, significa che state andando incontro ad un periodo importante, nel quale riuscirete finalmente a trasformarvi, a mutare, raggiungendo i vostri obiettivi e riuscendo a realizzarvi in quanto persone.

 

Un animale, tante interpretazioni

Abbiamo visto solo alcuni dei casi più emblematici, che prevedono la presenza dei serpenti nei nostri sogni. Tante sono le occorrenze e le interpretazioni differenti che è possibile dare. Il contesto, come già detto, gioca un ruolo fondamentale, e non è possibile prescinderne per dare un’interpretazione sensata e globale al proprio sogno. Anche il più piccolo dettaglio, a volte, è significativo ed in grado di dare un senso completamente diverso a quello che sogniamo.

Beauty routine invernale per la pelle: le regole DEFINITIVE

In inverno la nostra pelle viene esposta al freddo e al vento, fattori che ne compromettono la salute facendola arrossare, disidratandola e in taluni casi creando fastidiose screpolature. Una pelle trascurata è maggiormente soggetta alla comparsa di rughe e macchie cutanee. Seguire una beauty routine specifica, durante i mesi più freddi, può aiutarci a prevenire ed evitare tutto questo.

Alimentazione in inverno

Si parte sempre dall’alimentazione, in quanto condiziona tutto il nostro organismo e, di conseguenza, anche la nostra pelle. Abbondate di cibi ricchi di vitamine A, B, C, E le quali svolgono la funzione di antiossidanti. Noci, melograno, semi di girasole, arance e legumi, patate dolci, salmone e uova, sono tutti alimenti che rendono il nostro derma più forte ed in grado di reagire meglio di fronte agli agenti esterni a cui viene esposto. Ovviamente bere tanta acqua anche quando non si ha sete.

Pulizia della pelle in inverno

Una buona pulizia aiuta la pelle ad essere più sana. Abbiate cura di togliere tutte le impurità, in base alle preferenze, con il latte detergente o con l’acqua micellare. Anche esfoliare la pelle ogni due settimane tramite uno scrub delicato potrà giovarvi. Non sfregate mai troppo, la pelle potrebbe risentirne, quindi massaggiate delicatamente.

Provate ogni tanto il bagno di vapore, farlo in casa è semplice. Procuratevi una bacinella al cui interno andrete a mettere acqua bollente. Copritevi con un asciugamano e rimanete per circa dieci minuti con il viso rivolto verso il vapore. I pori si dilateranno e la pulizia sarà più facile. Per chi ha la pelle grassa è consigliabile introdurre nell’acqua foglie di alloro e ortica, per la pelle secca invece si preferirà camomilla, bicarbonato e tiglio.

Creme e idratazione invernali

Una volta pulita la pelle possiamo passare alle creme. È buona abitudine usarne almeno due, una per il giorno ed una per la notte. La crema diurna dovrà essere ricca e nutriente, possibilmente lenitiva, ma con una buona rapidità di assorbimento, mai scendere sotto il fattore protezione 15. La crema da notte dovrà svolgere invece un’azione rigenerante e riparatrice. Se avete bisogno di un intervento più deciso per il viso provate con le maschere idratanti, queste sono solite riportare i valori di idratazione a un buon livello; una o due volte alla settimana dovrebbero bastare. Dove trovare indicazioni specifiche e vastissima scelta di creme? Su www.cremaviso.net.

Dopo la doccia anche il corpo dovrà essere coccolato con una crema fluida o un olio scelto in base alla propria pelle. Per mantenere delle labbra turgide usate un burro cacao al karitè, idrata in profondità e crea uno strato protettivo che scherma dal vento e dal freddo. Quando uscite ricordatevi di portare sempre con voi una crema per le mani; spesso, in inverno, sono proprio loro le prime ad accusare i primi sintomi del freddo.

Make-up inverno

Un buon alleato nella beauty routine invernale è il fondotinta. Oltre alla sua funzione cosmetica, il fondotinta ci protegge da tutti i fattori esterni a cui il nostro volto è soggetto, vento, freddo, smog, umidità ed altro. Idratanti o fluidi aiuteranno la pelle, oltre che ad avere un bel colorito, anche a difendersi dalla disidratazione e dall’arrossamento. Optate sempre per un prodotto non comedogeno per evitare spiacevoli reazioni cutanee. Come per il fondotinta, usate un ombretto liquido, le polveri purtroppo tendono a screpolare la pelle. Un ombretto cremoso vi aiuterà a mantenerle umide.

Trattamenti per la pelle specifici per il freddo

Non tutti i mali vengono per nuocere; l’inverno, di fatto, non è solo una stagione da cui proteggersi. Possiamo sfruttare questo periodo a nostro vantaggio in quanto l’esposizione solare è minore. Quindi è il momento giusto per aggiungere alla nostra beauty routine un trattamento antiaging con applicazioni serali di prodotti con acido retinoico, acido glicolico al mattino e filtro protettivo.

In conclusione, con le dovute accortezze affrontare l’inverno non sarà poi così difficile. Alla nostra beauty routine non dovrà mancare:

  • una perfetta pulizia affiancata da un buon tonico e detergente;
  • una regolare esfoliazione, tramite scrub o peeling;
  • nutrizione e idratazione, con le dovute creme;
  • riparazione e rigenerazione, laddove se ne veda la necessità.

Il tutto dovrà essere personalizzato in base al proprio tipo di pelle.

L’importanza del “body language” nel poker live

Spesso a fare la differenza sostanziale tra professionista e dilettante nel gioco del poker dal vivo ai tavoli organizzati è proprio il saper decifrare o meno i messaggi legati al linguaggio del copro che in base a determinate posizioni o in base a determinati movimenti riescono a rivelare la vera natura della mano durante le fasi dei tornei poker, soprattutto nel Texas hold’em. Certo, questo non è un rischio legato ai giochi casino NetBet dove si potrà giocare tranquillamente da casa grazie al gioco on line ma nel caso ci trovassimo a dover affrontare una partita di poker live, a cosa dovremmo stare attenti? Cosa non fare, cosa fare e soprattutto cosa leggere nei movimenti e negli atteggiamenti dei nostri avversari? Questa lista svela alcuni esempi azione-reazione del linguaggio del corpo e dunque della comunicazione non verbale durante il poker live, così magari riuscirete a passare finalmente tra i professionisti.

Gli occhi

Solitamente non mentono (quasi) mai e non cambia nemmeno nel gioco del poker. Gli occhi infatti in determinate situazioni, come l’aver appena visto un american airlines, coppia Asso asso tra le nostre carte, tenderemo ad essere eccitati e questo porterà la nostra pupilla a dilatarsi sino a 4 volte. Questo è sufficiente a rispondere anche alla domanda del perché molti professionisti che avrete sicuramente visto in tv o dal vivo sono soliti indossare dei vistosi occhiali da sole. Proprio per non permettere agli altri componenti del tavolo di captare informazioni in base al movimento o alla dilatazione dei propri occhi. Agli occhi appartengono anche gli sguardi, altro elemento utile, poiché in base allo sguardo vi sono diversi significati al tavolo da gioco. Ad esempio: chi agisce in maniera disinteressata, magari guardando altrove, ma continua comunque a giocare la sua mano significa che ha un buon punto e tenderà ad evitare il contatto con gli altri. Ci guarda spesso le proprie carte fa capire che sta chiudendo un punto a colore o una scala. Chi invece fissa a lungo il flop è un giocatore che non è riuscito a legare la sua mano e sta cercando di studiare le carte a tavola per capire se gli potrebbe entrare una scala o un colore o un qualsiasi altro punto. Dunque ha una mano debole.

La respirazione

La respirazione è fortemente legata al bluff. Infatti, spesso, quando un giocatore è in bluff durante l’attesa della contromossa degli avversari resta in un’apparente apnea, quasi a volersi annullare completamente e aspettando così che tutti passino per vincere la mano. Difficile da interpretare ma in ogni caso, se vi capita di essere in bluff, ricordatevi di respirare…

Le mani

Grande importanza durante il gioco hanno anche le mani di un giocatore: il tremolio i movimenti, le chips con cui gioca, rappresentano tutti segnali che indicano la sua posizione nella giocata in corso. A grandi linee quando si hanno mani vincenti, l’adrenalina in corpo farà tremare le mani mentre quando si è in bluff il corpo diventerà rigido e le mani di conseguenza saranno completamente ferme.

Le spalle

Quando un giocatore vede o rilancia la vostra puntata e alza le spalle, mentre punta le fiches nel tavolo, allora potete essere certi che ha una mano davvero potente. Quando chiedete all’avversario la mano e risponde “I’m ok” alzando le spalle indica che ha una buona mano. Allo stesso modo se dice va bene provo a chiamare ed alza comunque le spalle starà cercando di mascherare una buona mano. L’alzata di spalle infatti è abbastanza istintiva e difficile da truccare, tanto difficile che molto spesso anche i giocatori pro non riescono a nasconderlo.

La velocità nei call

Infine, anche percepire il tempo nella chiamata può indicare la mano degli avversari. Se ad esempio un giocatore chiama istantaneamente una giocata significa che ha in corso un progetto a 4/5 di coloro o di scala e la velocità sta proprio ad indicare che aspetta con ansia di poter chiudere una determinata mano vincente al gioco.

 

 

Attenzione ai selfie: in pochi anni 259 le vittime per lo scatto estremo

Nel continuo bilanciamento cosmico, nella filosofia dello yin e yang del completarsi: a queste leggi non sfugge nemmeno la tecnologia che anche se ha mostrato un’infinità di aspetti positivi, proprio nel ragionamento del continuo equilibrio ci mostra gli effetti negativi dell’ingresso della tecnologia nella quotidianità e nel mondo. Se da un lato è diventato facilissimo ed istantaneo e risulta semplicissimo cercare ricette, cercare bookmakers aams sicuri, acquistare on-line, guardare film e tenersi informati con un piccolo dispositivo che entra in una tasca, dall’altro lato, lo stesso dispositivo può metterci in pericolo, sinoa compromettere la nostra esistenza, sino alla morte, nei casi più estremi e tragici della vicenda.

Lo studio

Nel mondo tra il 2011 e il 2017 ci sono stati almeno 259 morti per selfie, personechehanno perso la vita a causa di incidenti avvenuti nel tentativo di scattare delle foto estreme. Questo quanto emerge da una ricerca di uno studio pubblicato dal Journal of family medicine and primary care dell’All India Insisìtute of Medical Sciences. Lo studio ha analizzato i dati grazie a delle ricerche effettuate sul web con parole chiave come “morte per selfie”, selfie morte” incidente selfie” e dalle informazioni hanno trovato 137 incidenti in tutto il mondo proprio per il selfie estremo, di diverse dinamiche, in cui, purtroppo, hanno perso la vittima 259 persone, in un arco di tempo preso nello studio che va dall’ottobre 2011 al novembre 2017. L’età media delle tragedie è di 23 anni, 22,9 per l’esattezza e tre quarti delle vittime erano di sesso maschile. La maggior parte dei decessi è avvenuta in India, un paese che conta quasi la metà degli incidenti, seguita da Russia, Usa e Pakistan.

L’annegamento tra le maggiori cause

Secondo le informazioni messe insieme dallo studio, la maggior parte dei decessi, 70, è avvenuta per annegamento e la seconda causa è risultata l’incidente con un mezzo di trasporto, con dati allarmanti sulle cause di morte per selfie scattati vicino ai treni e la disattenzione alla guida.  Fra le altre cause di morte segnalate ci sono cadute, incendi, scosse elettriche e persino, in otto casi, animali. Un trend che avrà sicuramente delle limitazioni in aree ormai divenute pericolose per l’incolumità degli esseri umani che certamente vedrà l’installazione di divieti in determinati punti del mondo.

 

I calciatori più amati dalle donne

Dopo i mondiali di Russia 2018 il mondo interno ha ritrovato nuovo interesse per il mondo del calcio e anche il pianeta Donna, orfano degli italiani in campo, ha conosciuto altri idoli non tanto per l’effettivo gioco del calcio, quanto per bellezza, sex appeal e fisici statuari. Da questo interesse ne è nata una classifica, forse la più attuale e aggiornata, che propone i calciatori più amati dalle donne. Non solo calcio giocato, non solo la gioia della vittoria come su www.lsbetbonus.com/bonus-settimanali-lsbet.html. Il calcio vive in tutto. Vediamo la classifica dei calciatori più amati dalle donne.

Primo posto – Cristiano Ronaldo

Il talento portoghese vince anche questa classifica, ritrovandosi primo tra i calciatori più amati dalle donne. L’attaccante bianconero classe 1985, cinque palloni d’oro, 150 milioni di follower, mette un altro segno alla sua lunghissima lista di record raggiunti.

Secondo posto – Gerard Piquè

Nona caso è il compagno di una certa Shakira. Gerard Piquè, classe 1987, spagnolo, quasi due metri per 84 chili è considerato tra i migliori giocatori della sua generazione e sicuramente tra i più sexy. Tante soddisfazioni tra Barcellona e Nazionale spagnola con cui ha raggiunto il tetto del mondo nel 2010 e il tetto d’Europa nel 2012.

Terzo posto – Andrè Silva

Il giovane portoghese del 1995 è stato notato più con la maglia del Portogallo a Russia 2018 che con la maglia rossonera del Milan nel campionato 2017/18. Non un’annata da ricordare per il giovane talento portoghese quella nel Milan ma sicuramente verrà ricordato dalle donne italiane come uno dei giocatori più amati al 2018. Anche perché da molti è considerato il gemello di Cristiano Ronaldo!

Quarto posto –  Neymar

L’attacante brasiliano del 1992, in forze al Paris Saint Germain è paragonato a Pelè e quindi considerato tra i più forti giocatori al mondo. Con i suoi numeri, gli spot in intimo e i 100 milioni di follower entra di diritto nella classifica dei giocatori più amati dalle donne.

Quinto posto – Manuel Neur

Oltre il mediterraneo e l’america latina anche il fascino nordico prende la sua giusta posizione nella classifica grazie a Manuel Neur. Il portierone tedesco classe 1986 in forza al Bayern di monaco e della nazionale è stato campione del Mondo enl mondiale di Brasile 2014 e con i suoi 193 centimetri per 92 chili è considerato tra i giocatori più sexy del momento.

 

Gli sportivi e le fragranze di cui sono sponsor

Il connubio tra profumi e sport è solidissimo. E ogni grande marchio almeno una volta per una propria campagna pubblicitaria ha scelto come testimonial un uomo o una donna appartenenti al mondo del calcio, del tennis, del basket, sino al surf o al golf! Lo sfondo lussuoso e vincente, accattivante e statuario dei Vip del mondo dello sport ha avuto sempre un effetto positivo sulle vendite dei grandi marchi per le fragranze e a tutt’oggi il trend non sembra cambiare. Ma quali sono stati e quali sono le solide unioni fragranza-sportivo più famose? Vediamole insieme

Nick Youngquest per Paco Rabanne – Invictus

«Quando si vince ci si sente veramente euforici. Ma la vittoria porta anche responsabilità, perché si capisce che i più piccoli, ma anche tutti gli altri, osservano le nostre azioni. Si deve avere un ruolo di modello» queste le sue parole che inoltre lo hanno fatto diventare tra le icone più famose per il solido connubio tra sportivi e profumi. Rugbista australiano, Nick Youngquest è sicuramente primo sul podio dell’effetto citato tra profumi e sportivi.

Jenson Button per Sport – Hugo Boss

A prestare il volto per le fragranze dedicate allo sporto proprio Jenson Button, campione di formula 1.

Due surfisti

Sia Christian Yeager per Aquafitness di Biotherm e David Fuller per Allure Homme Sport Eau Extrem di Chanel sono due volti iconici del connubio tra sport e profumi: basta solo immaginare e lo spot si crea da se…

E i calciatori?

Anche nel calcio il legale con il profumo è molto forte ma è una cosa che nasce in tempi più recenti. Primo tra tutti ad essere icona di sport e fragranze è senza dubbio David Beckham, chi se non lui! Già da quando militiva nel Manchester United lanciò una linea che si chiamava Instinct Sport, un pacchetto che al suo interno conteneva vari prodotti per la cura come bagnoschiuma e un deodorante. Poi Hugo Boss si è interessato al rapporto tra calcio e profumi e alla vigilia dei mondiali in Brasile nel 2014 collaborò con diversi giocatori di varie nazioni per promuovere il Boss Bottled, con Succes Beyond The Game, una campagna costruita anche attraverso i canali sociali del noto marchio di profumi. Tra i giocatori che hanno preso parte all’iniziativa c’erano Claudio Marchisio, Sergio Ramos, Mario Gomez, Thiago Silva, Olivier Giroud e Joe Hart.

Non poteva mancare CR7

L’ultimo in ordine di tempo ad aver lanciato una propria fragranza, dopo Beckham, è Cristiano Ronaldo, da poco alla Juventus e nel campionato italiano, qui disponibile https://rallylinkitalia.bet/betrally-bonus.html. Ronaldo ha lanciato il suo profumo, dal nome “Legacy” e si tratta di un profumo che cattura proprio le caratteristiche personali, l’aura potente e distintiva del campione portoghese.

Profumi: una fragranza per ogni personalità

Il profumo che indossiamo diventa una nostra caratteristica distintiva con il quale spesso veniamo riconosciuti e ricordati. La fragranza diventa tutt’uno con la persona che lo indossa: veniamo letteralmente vestiti dall’armonia delle essenze che lo compongono, regalandoci un’impronta unica.

 

Ci sono alcune fragranze che all’istante ci faranno pensare alle persone amate, come uno dei primi ricordi, il più tenero: quello materno. La mamma è l’autentico ricordo olfattivo che spesso resta fedele nel tempo ai suoi profumi preferiti e molti sono i classici della profumeria che sono nati tra gli anni ’50 e ’70, lasciando un ricordo indelebile nei propri figli.

 

“Centinaia di migliaia di odori sembravano non valere più nulla di fronte ad uno. Il principio superiore secondo il quale si dovevano classificare gli altri profumi. Era pura bellezza”, così con la sua frase Patrick Süskind descrive l’impatto che scatta nell’inconscio, nel momento del sentore dell’inconfondibile effluvio della propria mamma.

 

Ogni persona una fragranza unica

 

Il profumo anche se invisibile appartiene al linguaggio del corpo che si incolla all’inconscio facendo riaffiorare ricordi in maniera inconsapevole, quelli che a volte restano indelebili nel tempo. Quando una fragranza ci sembra familiare si ha una reazione immediata: alcuni studi hanno dimostrato che al cervello basta anche solo una nota per attivare istintivamente i circuiti neuronali. Se, sentendo il profumo, volgiamo lo guardo verso l’alto, è perché si attiva una reazione della memoria cognitiva che cerca di ricordare a cosa o a chi associamo quel profumo. Lo sguardo rivolto verso il basso invece, è dato dalla memoria emotiva che ha già ricordato il legame e riconosciuto il significato di quella fragranza.

È fondamentale poi sottolineare che difficilmente lo stesso profumo su persone diverse risulterà identico: a seconda del tipo di pelle, del PH, la fragranza subirà variazioni, seppur lievi.

Quando si è affezionati ad un tipo di profumazione e la si conosce bene, può essere molto conveniente l’acquisto di profumi online, spesso proposti in formati maxi a prezzi altamente competitivi; su Flomery.com, negozio di prodotti cosmetici online, potrete trovare i brand più importanti, sia per uomo che per donna.

 

La storia e l’importanza del profumo

 

Nel 1921 nasce l’icona per eccellenza, che continua a persistere nel tempo: parliamo naturalmente del prezioso N°5 di Mademoiselle Chanel, un profumo floreale intenso, presentato come un gioiello prezioso per ogni donna.

È nel secondo dopoguerra però che nascono le fragraze femminili di maggior carattere: era il 1947 quando Monsieur Christian Dior decise di accompagnare la rivoluzione della sua moda con una fragranza unica, rispecchiando irriverenza, modernità ed eleganza: Miss Dior, e poi in seguito Diorissimo, la versione più fresca e trasparente dei gusti femminili di quell’epoca. La maison Lancôme, nasce nel 1949 ed esordisce in profumeria con Envol nel 1957, presentando un mix fiorito di color verde, riconosciuto per molti come l’abbraccio della mamma.

Con l’avvento degli anni ’60 e ’70 e con la rivoluzione femminista anche il mondo dei profumi si trasforma: compaiono note speziate, patchouli, i sentori di spruzzi talcati e polverosi dell’iris, intrecciati alle scie profumate delle ambre e dei legni preziosi, che conquistarono tutte le mamme e le figlie della rivoluzione. E con la scia dell’indipendenza economica, la metafora olfattiva si sposta anche sull’uguaglianza dei sessi: sono gli anni di Chamade di Guerlain (’69), Amazone di Hermes (’74), Chloé di Chloé (’75), del conturbante Opium di Yves saint Laurent (’77). Molte di queste fragranze sono ancora protagoniste del rituale di profumazione delle nostre mamme e nonne, anche se nel tempo sono state riproposte sul mercato in versioni diverse.

Come e dove scegliere i propri profumi online

Scegliere profumi, deodoranti, prodotti di bellezza online

Molte persone amano mettere il profumo ogni giorno, portare la propria essenza preferita sulla pelle, per avere un alone di profumo dovunque vadano.

C’è chi ama un profumo più leggero e delicato, chi uno più seducente e che lascia una scia dietro di sè, in ogni caso ognuno di noi ha il suo profumo preferito.

Dove trovare il profumo che ci piace?

Per trovare il proprio profumo vi sono tantissimi negozi nelle nostre città, dove possiamo recarci ad acquistare profumi, deodoranti, prodotti per capelli e prodotti di bellezza, ovvero profumerie, cosmetiche, negozi di articoli per la bellezza e l’igiene.

Acquistare profumi online

In alternativa vi sono moltissimi siti online che vendono questi articoli, che offrono un vastissimo assortimento dal loro catologo virtuale, e dove possiamo scegliere in tutta calma il nostro profumo preferito.

Tra questi siti possiamo trovare profumi, deodoranti, prodotti per capelli e molto altro su exxtros.com.

Questo portale è uno dei portali italiani migliori e più forniti del settore, che vende profumi da uono, da donna, fragranze anche unisex che vanno bene per entrambi, oltre a numerosi prodotti di bellezza e make up, trattamenti per capelli, maschere e creme per il viso, sia da uomo che da donna, deodoranti, trattamenti corpo, prodotti per uomo, trattamenti per unghie, per piedi, e solari.

In questo portale si possono quindi trovare tantissimi tipi di prodotti per la propria bellezza quotidiana, a prezzi peraltro molto vantaggiosi, con tante offerte e sconti di cui aprofittare.

In ogni periodo dell’anno si trovano promozioni convenienti, in questo periodo ad esempio vi è una buona offerta di prodotti per il sole, ideali per proteggere la pelle quando ci si espone ai raggi solari estivi, sia al mare come in montagna o per chi resta in città e va in piscina o al parco.

Tra l’altro sono presenti solari delle migliori marche cosmetiche sul mercato, come Collistar, Shisheido, Lancaster, La Clinique, per acquistare prodotti che offrono una sicura garanzia di qualità.

Deodoranti e creme profumate

Tutti i profumi, deodoranti, prodotti per capelli, sono realizzati dalle migliori case di bellezza e cosmetica, e si trovano anche deodoranti e creme che portano le medesime fragranze dei profumi della stessa marca, in modo che possiamo utilizzare sulla pelle la nostra frgaranza preferita anche se non mettiamo il profumo, ma solo mettendo il deodorante ogni mattino.

Anche le creme profumate presentano queste caratteristiche, per cui ci sono deodoranti e creme profumate da uomo e da donna, ad esempio il deodorante di Hugo Boss, la crema corpo di Trésor di Lancôme, di Ungaro, di Gucci, Rocco Barocco, Alyssa Ashley, e molti altri nomi famosi delle maison di moda e profumi.

Non è tutto perché vi sono anche doccia gel e bagni schiuma di queste essenze di profumo, perché anche il momento del bagno diventi un attimo di immersione nella propria fragranza preferita.

Troviamo infatti ad esempio il shower gel di Laura Biagiotti, Gloria Vanderbilt, Hugo Boss, Calvin Klein, e di altri marchi noti e meno noti di profumi.

I prezzi di deodoranti e creme profumate e altri trattamenti per viso e corpo sono anche maggiormente economici dei profumi stessi del medesimo marchio, per cui chi volessse indossare il profumo amato, ma senza spedere troppo, potrebbe anche optare per una crema corpo profumata o un deodorante.

Ordinando online si possono ricevere questi prodotti a casa propria in pochissimi giorni, scegliendoli dal proprio pc in tutta tranquillità, e pagando secondo una delle modalità indicate nel sito prescelto.

In questo modo si eviteranno quelle noiose code alle casse e i giri a vuoto tra gli scaffali della profumeria alla ricerca dei prodotti da comprare.

Acquistare online è semplice e conveniente anche quando si deve cercare il profumo da mettere ogni giorno e i prodotti per la nostra bellezza.